Kärnten Radmarathon a Bad Kleinkirchheim: vince l’altoatesino Gotsch – 6° Simioni, 7°Ferrara, 8°Zardello

Classificati 612 cicloamatori – Al 9° posto l’ex professionista austriaco Glomser

Giornata di sole ma dalla temperatura alquanto frizzante è stata quella che ha accolto la Karnten-Radmarathon che si è corsa domenica 29 maggio con partenza e arrivo nella cittadina termale di Bad Kleinkirchheim, in Carinzia, con un’agguerrita partecipazione austriaca. La vittoria è andata alla doppietta del gruppo ciclistico Flachau Ktm Racongteam, costituita dal vincitore  Philip Gotsch sul compagno di società Hans-PeterObwaller. In fila, è il caso di dirlo, i seppur bravissimi nostri portacolori: 6° il veneto Federico Simioni, 7° l’italo-americano Fortunato Ferrara, 8° l’udinese Ivan Zardello, 12° il bancario tricesimano Giuliano Leonarduzzi. Da segnalare il 9° posto dell’ex professionista  austriaco Gerrit Glomser, professionista dal 1998 al 2006, che ha vestito anche le maglie di Saeco e Lampre. Hanno concluso la gara e si sono complessivamente classificati  612 cicloamatori. Leggi tutto “Kärnten Radmarathon a Bad Kleinkirchheim: vince l’altoatesino Gotsch – 6° Simioni, 7°Ferrara, 8°Zardello”

GIRO D’ITALIA: 13^ tappa Lienz-M.te Zoncolan, tappa alternativa senza il M.te Crostis

Il Crostis salta sia in salita che in discesa: tappa alternativa di 190 chilometri e partenza ritardata alle ore 12. Ecco il comunicato degli organizzatori del Giro:
«Benché l’organizzatore abbia preso tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza dei corridori, in seguito alle varie lamentele dei Direttori Sportivi conseguenti all’impossibilità di garantire una gestione sportiva ottimale nel finale della tappa (non avendo le ammiraglie la possibilità di circolare normalmente in corsa per 37,2 km) e dopo l’analisi della proposta fatta dall’Organizzatore per risolvere questo problema, il Collegio dei Commissari non reputa sufficiente tale proposta. Di conseguenza, il Collegio dei Commissari prende la decisione di non autorizzare lo svolgimento della tappa nella sua interezza così come definita nella Guida Tecnica del Giro. La salita di Monte Crostis e la conseguente discesa vengono eliminate dal percorso. L’Organizzatore comunicherà un percorso definitivo in sostituzione di questa tappa con le relative modalità. In questo nuovo percorso le ammiraglie saranno autorizzate a seguire la gara fino ai piedi della salita finale di Monte Zoncolan» (fonte: www.cycling.it)