JUNIORES – Marco Maronese in volata a Cividale del Friuli

Primo regionale è Petelin (7°) – Silvestri è il nuovo Campione provinciale di Udine

(2 ottobre) E’ il trevigiano Marco Maronese portacolori della Rinascita Sacilese Ormelle, a mettere il proprio nome nell’albo d’oro del Trofeo Banca di Cividale, conquistando la nona edizione della corsa al termine di una volata a ranghi compatti. La gara, organizzata dalla società Ciclistica Forum Iulii in collaborazione con il Gs Giro Ciclistico del Friuli Venezia Giulia, è partita alle 10.15 da San Pietro al Natisone, ed è stata accorciata nel suo originale percorso a causa della concomitanza con altre manifestazioni sportive che interessavano il medesimo territorio: è stato quindi tolto il secondo (e ultimo) giro di circuito in quel di Cividale del Friuli, portando il chilometraggio complessivo a 101,5 km.

Leggi tutto “JUNIORES – Marco Maronese in volata a Cividale del Friuli”

ELITE/U23 – Filippo Fortin in volata nella 72^ Coppa San Vito

11^ vittoria del 2011 per il ciclista della Trevigiani, professionista nel 2012 con la Type1 Sanofi

(1 ottobre) Ha vinto Filippo Fortin che nel 2012 sarà professionista con la Type1 Sanofi. Nel 2010 la corsa si era conclusa con uno sprint generale, ma in questa 72^ edizione della Coppa San Vito è scaturita una fuga che ha preso il largo pochi chilometri dopo il via. Gli attaccanti erano inizialmente una ventina e si sono poi ridotti a dieci. Nel finale non c’era armonia fra i fuggitivi e sono iniziati gli scatti e il drappello si è frammentato, si avvantaggiano di poco Castelli, Dal Fiume e l’azzurro Filippo Fortin che ha fatto valere le sue doti di potente sprinter, festeggiando la sua 11^ affermazione nel 2011. 

Ordine d’arrivo: 1° Filippo Fortin (Trevigiani Dynamon Bottoli) km.127,5 – 2:38 – 48,418 – 2° Mirko Castelli (Dal Fiume) – 3° Christian Grazian (Team Friuli) – 4° Christian Delle Stelle (Trevigiani) – 5° Daniele Aldegheri (Mantovani Cicli Fontana) – 6° Matthias Krizek (Marchiol) – 7° Andrei Nechita (Trevigiani) – 8° Gianluca Leonardi (Marchiol) – 9° Luca Dugani Flumian (Bibanese) – 10° Eughert Zhupa (Trevigiani)

JUNIORES – Ritorna il Trofeo Banca di Cividale

PLANIMETRIA DELLA GARA PER JUNIORES

Nel 2009 aveva vinto Zambon, nel 2010 non si era disputato – Al mattino a Borgo Rualis in gara i Giovanissimi

Si correrà domenica 2 ottobre la nona edizione del Trofeo Banca di Cividale, la corsa ciclistica riservata alla categoria juniores che nel 2010 era stata annullata a causa della sovrapposizione con la Maratona Città del Vino. La Ciclistica Forum Iulii, in collaborazione con l’Asd Gs Giro Ciclistico del Friuli Venezia Giulia, ha allestito la nona edizione della corsa apportando una modifica rispetto al tradizionale percorso: non si partirà infatti da San Giovanni al Natisone, come nelle precedenti edizioni, ma il via sarà dato da San Pietro al Natisone. La prova sarà valida anche per l’assegnazione della maglia di Campione Provinciale di Udine.
Leggi tutto “JUNIORES – Ritorna il Trofeo Banca di Cividale”

Cicloturistica: Udine – Rocca Bernarda

Percorso del 27 agosto 2011

Partenza ore 10.00 – Arrivo ore 12.00
Percorso su strada asfaltata.
Ho fatto questo per provare la videocamera, che è stata messa nel manubrio.
Il percorso l’avevo fatto altre volte e in particolare l’anello che da Ipplis porta a Rocca Bernarda comprente una salita e una discesa in strada sconnessa.
La videocamera ha passato la prova ma è da regolare il supporto (troppe vibrazioni)
Pericolosità alta dovuta al traffico su strada
Valutazione **  su *****

TRICOLORI ASSOLUTI PISTA A MONTICHIARI – I risultati giorno per giorno – Titoli a Cimolai, Bartelloni, Tarlao, Pittacolo – In luce anche De Marchi, Cecchini, Buttazzoni, Ciccone, Masotti

 (2 ottobre)

 KEIRIN DONNE ELITE: 1.Elisa Frisoni (Fiamme Azzurre) – 2.Monia Baccaille (id.) – 3.Elena Cecchini (Forno d’Asolo Colavita)

 KEIRIN UOMINI JUNIORES: 1. Davide Ceci (Team Ceci Dreambike) – 2. Mauro Catellini (U.C. Scat A.D.) – 3. Michael Dell’Onte (Team Ceci Dreambike) – 9. Alessio Del Ben (J.T. Pmp Industries) – 10. Davide Mian (Caneva – Elite)  – 12. Daniele Botosso (J.T. Pmp Industries)

OMNIUM UOMINI OPEN – 1.Giairo Ermeti (Androni Giocattoli) p.14 – 2. Angelo Ciccone (Fiamme Azzurre) p.24 – 3.Alex Buttazzoni (id.)p.25 – 8. Alessandro De Marchi (Androni Giocattoli) p.46

OMNIUM UOMINI JUNIIORES – 1.Francesco Lamon (Bianchin-Marchiol)p.15 – 6.Marco Corrà (J.T. Pmp Industries) p. 33

 

Elena Cecchini

CORSA A PUNTI DONNE ELITE (25 KM): 1.Monia Baccaille (G.S. Fiamme Azzurre)p.56 – 2. Giorgia Bronzini (Forestale)p.54 – 3.Gloria Presti (Top Girls)p.41 – 4.Elena Cecchini (Forno d’Asolo Colavita)p.37 – 5.Marta Tagliaferro (Fiamme Azzurre)p.35 – 6.Laura Basso (Cycling Team Friuli)p. 29

Leggi tutto “TRICOLORI ASSOLUTI PISTA A MONTICHIARI – I risultati giorno per giorno – Titoli a Cimolai, Bartelloni, Tarlao, Pittacolo – In luce anche De Marchi, Cecchini, Buttazzoni, Ciccone, Masotti”

PISTA – Tricolori assoluti a Montichiari: DONNE JUNIORES alla Bartelloni il titolo italiano inseguimento individuale

Il podio di Montichiari

(28 settembre) Montichiari – Beatrice Bartelloni indossa la prima maglia tricolore dei Campionati Italiani in corso sulla pista coperta del Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari. L’azzurrina in forza al team Verso L’Iride Maccari Spumanti ha onorato il pronostico superando nella finale oro-argento dell’inseguimento individuale juniores Maria Giulia Confalonieri (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd) con il tempo di 2’32”193 contro 2’35”631. (fonte FCI) – Ordine d’arrivo: 1) Bartelloni Beatrice (GS Verso l’Iride – Maccari Spumanti) Km 2,000 in 02’32”.193 – 2) Confalonieri Maria Giulia (GS Cicli Fiorin – Despar) in 02’35”.631 – 3) Vannucci Chiara (GS Cicli Fiorin – Despar) in 02’33”.128 – 4) Pavin Michela (SC Vecchia Fontana) in 02’33”.784

CALENDARIO GARE E RISULTATI MESE DI OTTOBRE

Lo svizzero Zaugg al Giro di Lombardia

U23/ELITE: campionato provinciale di Pordenone nella 72^Coppa San Vito e campionato regionale nella 74^Città di San Daniele – JUNIORES: campionato provinciale di Udine nella San Pietro-Cividale e 9° Giro del Medio Friuli a Codroipo – ALLIEVI: a Tavagnacco il trofeo Arteni Sport – CICLOCROSS: inizia la stagione a Buja con il Memorial Jonathan Tabotta –PROFESSIONISTI: il calendario e i risultati delle gare in Italia

MTB IN NOTTURNA – “Castel Bike” a Udine: Vogrig “bissa” la vittoria del 2007

L’ex “pro” Cucinotta (Cus Udine) attardato da un guasto meccanico: ne approfitta il “tandem” Vogrig (Team Granzon)-Zannier (Vigili del Fuoco PN)

Denis Vogrig vincitore nella 12^ Castel Bike a Udine

(24 settembre) – Denis Vogrig (Team Granzon) ha reiscritto il proprio nome nell’albo d’oro della CASTELBIKE  di Udine. Il bravo atleta di Torreano di Cividale, infatti, aveva già vinto l’atipica ed originale kermesse di mtb in notturna a Udine anche nel 2007. La manifestazione “inventata” dagli organizzatori del Ciclo Assi Friuli si ripropone alla città creando un appuntamento di sport e spettacolo che richiama appassionati e pubblico da tutt’ Italia e dall’estero. “Il nostro sport ha bisogno di pubblico” aveva commentato il campione  Daniele Pontoni che nel 2000 firmò sul piazzale del Castello il traguardo della  prima edizione della CASTEL BIKE e la mountainbike molto si adatta a ciò portando gli spettatori a contatto degli atleti regalando spettacolo ed emozioni. Nelle passate edizioni vari campioni avevano firmato il traguardo della Castelbike, Marco Bui, Martino Fruet, Luca Bramati ed i friulani  Cossio, Ciani, Marco, Ponta , Vogrig, Bravin e Claudio  Cucinotta.

Leggi tutto “MTB IN NOTTURNA – “Castel Bike” a Udine: Vogrig “bissa” la vittoria del 2007”

Cicloturistica: da Masarolis a Porzus

 Percorso del 16 ottobre 2010

Partenza ore 8.00 – Arrivo ore 18.00
Percorso su strada asfaltata con varie soste
Sono andato per Povoletto e Torreano e ho affrontato poi la salita di Masarolis, dove mi sono ritemprato e ho scoperto della architetture interessanti. Ho proseguito la salita in direzione del Monte Joannes e sono sceso fino alla Bocchetta di S.Antonio, dove ho sostato e preso gli ultimi raggi del sole autunnale.
Ho deciso di andare per Porzus, ma non avevo chiara la strada. Dopo una salita e una discesa
sono arrivato e per qualche minuto ho riposato.
Nessun problema nella discesa ombrosa per Attimis e il ritorno alla base, di una delle più riuscite escursioni fuori porta.  
Pericolosità mediocre dovuta al traffico su strada

Valutazione su

 


.

 

LIBRERIA – “La mia vita in bicicletta” di Margherita Hack

 (21 settembre) TRIESTE – La celebre astrofisica, vicina al confine dei novant’anni, si racconta in un’autobiografia atipica, “in punta di pedali”, prendendo spunto da una sua grande passione, quella per le due ruote, per “pedalare con noi” tutta la sua vita. Nel libro “La mia vita in bicicletta”, edito da Ediciclo editore e con prefazione di Patrizio Roversi, Margherita Hack si racconta narrando la sua vita dai cinque anni (l’età del triciclo e della passione per Binda) a oggi (in cui pedala solo in piano ma sogna di andare su Marte in bicicletta). Una vita in cui la bici fa da collante, una passione, quella per le due ruote, che non muore mai, anzi, sempre più arricchita e rivitalizzata con il passare degli anni.

(LA MIA VITA IN BICICLETTA di Margherita Hack, Ediciclo editore, 2011, 146 pagine, euro14,50)

Abbiamo scelto di riportare, non a caso, un estratto significativo del libro, dove l’astrofisica-ciclista testimonia le prime uscite in bicicletta con Aldo, l’uomo che poi diverrà suo marito per tutta la vita: “… Si passeggiava molto a piedi, Aldo non aveva mai posseduto una bicicletta sua; qualche volta prendeva quella del suo babbo, poi sperimentammo anche quel modo di andare in due sulla mia, che non aveva la canna e quindi, non ricordo bene come, riuscimmo a sistemarci in modo tale che uno pedalava e l’altro teneva il manubrio, e molti che ci vedevano pensavano che fossimo su un tandem. Malgrado la precarietà del sistema non cascammo mai. Per molti anni la bici ritornò a essere un mezzo di trasporto dall’osservatorio a casa, da casa all’università. Lo studio, la laurea, il lavoro da precaria all’osservatorio… il tempo delle belle gite era finito. A febbraio del ’44 ci eravamo sposati. Io mi vergognavo un pò perchè avevo sempre dichiarato la mia contrarietà al matrimonio, che dev’essere un patto fra due persone in cui non deve entrare nè lo Stato nè la Chiesa, ma faceva piacere ai miei, ai suoi soprattutto ad Aldo e così mi rassegnai….” La Hack, nata a Firenze nel ’22, vive dal ’64 a Trieste, ha insegnato all’Università fino al ’97, ha lavorato presso osservatori italiani e stranieri, ha collaborato con l’Agenzia Spaziale Europea, ha pubblicato libri e testi universitari. Non ha mai smesso di pedalare da quando al liceo le avevano regalato la sua prima bicicletta.

Buona lettura !