PARACICLISMO – Pittacolo e Tarlao: a Los Angeles i Mondiali su pista

Andrea Tarlao (C5): ARGENTO nella prova dello scratch e BRONZO nell’inseguimento individuale – Michele Pittacolo (C4) è stato grande nel  lavoro di copertura

(13 febbraio) Italia grande protagonista con Andrea Tarlao che ha conquistato una splendida medaglia d’argento dopo il bronzo dell’inseguimento. Nell’avvincente volata per il titolo iridato l’azzurro è stato superato di un soffio dall’ucraino Yehor Dementyev. Sul terzo gradino del podio l’australiano Michael T. Gallagher. Seguono i due cechi Jiri Bouska e Jiri Jezek e lo spagnolo Garcia Roberto Alcaide, componenti del sestetto che ha preso un giro di vantaggio sugli altri concorrenti. Alla finale ha partecipato anche Michele Pittacolo, che ha coperto nel migliore dei modi la fuga di Tarlao.

“Ero già contento dopo il bronzo dell’inseguimento, ora questo argento mi regala una gioia immensaspiega Andrea Tarlao, già campione del mondo in carica della cronometro su strada. “Queste medaglie sono la ricompensa per l’impegno e il grande lavoro che stiamo facendo. La prova della scratch rappresentava una novità, abbiamo cercato di interpretare la gara al meglio e quando ho capito che potevo salire sul podio ho dato davvero il massimo per non farmi scappare questa grande opportunità. L’oro sarebbe stato bellissimo, comunque va bene così le medaglie sono tutte pesanti e non si dimenticano. Ringrazio Pittacolo che con la sua condotta di gara è stato fondamentale per centrare questo risultato. Qui a Los Angeles abbiamo ottenuto dei risultati importanti che danno fiducia a me e tutta la squadra per il proseguo della stagione che culminerà con l’appuntamento di Londra.”
Complessivamente la Nazionale Italiana di Paraciclismo rientra dai Mondiali su pista di Los Angeles con 3 medaglie: 1 medaglia d’argento (Tarlao, scratch) e 2 medaglie di Bronzo (Macchi inseguimento C2, Tarlao inseguimento C5). SCRATCH C4 /C5: 1. Yehor Dementyev (Ucr); 2. Andrea Tarlao (Ita); 3. Michael T. Gallagher (Aus).

(11 febbraio) Fabrizio Macchi e Andrea Tarlao hanno conquistato le medaglie di bronzo dell’inseguimento individuale, rispettivamente nella categoria C2 e C5. Fabrizio Macchi è stato all’altezza della sua fama, anche se ha dovuto cedere il passo per la finale oro-argento all’irlandese Colin Lynch e al cinese Gui Hua Liang, saliti sul primo e secondo gradino del podio. Il bronzo di Tarlao in C5 conferma le qualità dell’azzurro, già iridato nella cronometro su strada. Il titolo è andato all’australiano Michael T. Gallagher, l’argento al cinese Xinyang Liu. Paolo Viganò è risultato ottavo nella C3 (titolo all’australiano David Nicholas) e Michele Pittacolo nono nella C4 (titolo al romeno Carol-Eduard Novak).  

(7 febbraio) Tutto è pronto a Los Angeles, in California, per la rassegna dei Campionati del Mondo di Paraciclismo su pista in programma dal 9 al 12 febbraio. Sono 6 gli atleti convocati dal C.T. azzurro Mario Valentini per la rassegna iridata: Fabrizio Macchi, categoria C2, Paolo Viganò, categoria C3, Michele Pittacolo, categoria C4, Andrea Tarlao, categoria C5, Andrea Palantrani e Roberto Chiappa (guida) nel tandem.

(fonte: fci nazionale news)

NEWS – Per Gasparotto il debutto al Trofeo Laigueglia

(2 gennaio) Con la presentazione alla stampa del Team Astana, si è concluso il Training Camp a Calpe. Gasparotto è soddisfatto del lavoro svolto, privilegiando il lavoro sul ritmo mentre in precedenza a Gran Canaria aveva fatto un buon lavoro sul fondo. Certa anche la data del debutto stagionale, al terzo anno in maglia Astana: 18 febbraio al Trofeo Laigueglia. (fonte: sito ufficiale del ciclista)

NEWS – De Marchi è già protagonista nel Gp Costa degli Etruschi

(4 febbraio) Donoratico  – Pronti via, ad animare la corsa ci ha pensato la lunga fuga a tre composta da Davide Ricci Bitti (Farnese Vini Selle Italia), Alessandro De Marchi (Androni Giocattoli) e Federico Rocchetti (Utensilnord Named). I tre hanno portato avanti la fuga di comune accordo e raggiunto un vantaggio massimo di quasi undici minuti. Giro dopo giro però hanno dovuto cedere alla rimonta inesorabile del gruppo che ha raggiunto la fuga proprio nell’ultimo giro. L’avventura di Alessandro & c. si concludeva a soli 3 km. dal traguardo e la corsa andava all’epilogo con una spettacolare volata generale dove a spuntarla è stato il giovane talento della Liquigas Cannondale. ARRIVO – 1.Elia Viviani (Liquigas Cannondale), 2.Sacha Modolo(Colnago-CSF), 3.Filippo Baggio (Utensilnord Named). (fonte: fci nazionale news)

NEWS – Cecchini 2^giovane al Giro del Qatar

(3 febbraio) Elena Cecchini si è classificata anche seconda nella classifica giovani vinta dall’australiana Hosking. Pregevoli anche il quarto posto di Marta Tagliaferro e il settimo di Valentina Scandolara. CLASSIFICA FINALE: 1. Judith Arndt (Ger) in 8h00’44”; 2. Trixi Worrack (Ger) a 6”; 3. Kirsten Wild (Ol) a 2’06”; 10. Elena Cecchini (Ita) a 5’26”. CLASSIFICA GIOVANI: 1. Cloe Hosking (Aus) 8’03’48; 2. Elena Cecchini (Ita) a 2’22”; 3. D. Huang a 2’45”; 4. Marta Tagliaferro (Ita) a 13’58 – (fonte: fci nazionale news)

CICLABILE – Iniziati i lavori per la Lignano-Aprilia Marittima

Previsto un ponte ciclopedonale sul canale di Bevazzana – Costo 560 mila euro

Avrà un’estensione di 3 chilometri e una larghezza di 2,50 metri la nuova pista ciclabile che collegherà Aprilia Marittima (comune di Latisana) a Lignano Sabbiadoro. Mercoledì 11 gennaio è avvenuta la consegna dei lavori, il cui costo complessivo è di 560 mila euro. Duecentodieci giorni la tempistica per la realizzazione della ciclabile, il cui tracciato interessa anche il ponte sul canale di Bevazzana. Il manufatto, sul lato destro in direzione di Lignano, sarà affiancato da un nuovo ponte di 3 metri per consentire la realizzazione di una passerella (ponte ciclopedonale) che consentirà agli appassionati delle due ruote di attraversare il canale Bevazzana in tutta sicurezza.

Leggi tutto “CICLABILE – Iniziati i lavori per la Lignano-Aprilia Marittima”

CICLOCROSS – Mondiali a Koksijde (Belgio): ben quattro friulo-giuliani in gara!

Statosferici gli elite del Belgio!… 40° Marco Ponta. Hanno vestito l’azzurro anche lo juniores Nadir Colledani, negli Under 23 i fratelli Luca e Daniele Braidot. Riserva in Patria Stefano Debellis

Gli azzurri a Koksjide

(29 gennaio) ELITE – Si sa che il Belgio è la superpotenza del ciclocross mondiale al livello maschile di vertice. Se poi si aggiungono il pubblico di casa (oltre 60 mila spettatori paganti) e un percorso completamente atipico, non c’è più storia. Quando anche un campione come Stybar è costretto ad alzare bandiera bianca, sarebbe sbagliato infierire sui nostri azzurri. Per la cronaca, Enrico Franzoi è arrivato 28° a 2 giri, Marco Ponta 40° a 3 giri, Mirko Tabacchi 44° a 5 giri, Cristian Cominelli 50° a 5 giri.

Leggi tutto “CICLOCROSS – Mondiali a Koksijde (Belgio): ben quattro friulo-giuliani in gara!”

CICLONOTES 1-2012

  1. MOBILITA’ – Lipsia (Germania): triplica il numero dei ciclisti
  2. CHIP SDAM – Al via dal 1 dicembre 2011 la promozione
  3. SALUTE – Fare ciclismo fa bene alla memoria!
  4. GRANFONDO – Solidarietà per gli alluvionati
  5. GRANFONDO – Nuova sede per la Marathon-bike della Corsa per Haiti 2012
  6. SICUREZZA – Incidente evitato: una bici sulla linea ferroviaria Pordenone-Udine
  7. GRUPPI – Presentato il programma del Pedale Sanvitese
  8. PARACICLISMO – Pittacolo in preparazione per i mondiali
  9. RICORSO – I legali di Annalisa Cucinotta chiedono l’annullamento della norma FCI
  10. LADRO DI BICICLETTE – A Padova: un romeno ha segnalato il ladro alla polizia

Leggi tutto “CICLONOTES 1-2012”

LO SCATTO – San Marco di Mereto di Tomba: è festa per Elena Cecchini

 

 

 

 

 

                                     

Trionfatrice a Pechino qualche settimana fa, Elena Cecchini, 19 anni, è stata premiata a palazzo Belgrado dal presidente della Provincia on. Pietro Fontanini e dall’assessore provinciale allo sport Mario Virgili. Elena Cecchini, 19enne di Mereto di Tomba, friulana al primo anno tra le Under 23, si è aggiudicata la Coppa del Mondo di corsa a punti di ciclismo su pista a Pechino. E’ stata accompagnata da papà Luca (tecnico-responsabile del Centro Pista di S.Giovanni al Natisone che con passione ed impegno si dedica all’attività dei giovani nell’importante attività su pista), da mamma Raffaella e dallo zio Andrea (sindaco di Mereto di Tomba).

Leggi tutto “LO SCATTO – San Marco di Mereto di Tomba: è festa per Elena Cecchini”

ALESSANDRO DE MARCHI – Il profilo ciclistico del giovane professionista di Buja

2012: confermato all’Androni Giocattoli – Debutto a gennaio per “rodare la gamba” con tre circuiti in India – A febbraio il Giro di Malesia – Poi il calendario italiano: Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, Settimana Coppi&Bartali

(31 dicembre 2011) Alessandro De Marchi è nato a San Daniele il 19 maggio 1986 e risiede a Buja. Cresciuto ciclisticamente nella Bujese, ha corso da juniores nel Caneva e da dilettante nel team Bibanese e nel Cycling team Friuli prima di debuttare nel professionismo nel 2011 con l’Androni giocattoli. Nella prima stagione da professionista il passista soprannominato il “rosso di Buja”, ha vinto la cronometro a squadre della Settimana internazionale Coppi & Bartali, si è piazzato sesto al cronoprologo del Giro del Trentino, settimo al Giro dell’Appennino e nono ai campionati italiani a cronometro. Ha partecipato anche alla Milano – Sanremo (dove fu protagonista di una lunga fuga), al Giro d’Italia e al Giro di Lombardia. Durante la corsa rosa ha ricevuto l’onore di attraversare per tre giorni le sue strade nelle tappe con arrivo allo Zoncolan, partenza da Spilimbergo e attraversamento del Piancavallo e della Valcellina, festeggiando in gara il 25esimo compleanno. In carriera ha vinto quattro titoli italiani open su pista: nell’inseguimento a squadre nel 2007, 2010 e 2011 e nell’inseguimento individuale nel 2010. Ha partecipato al Mondiale su pista open nel 2009 nell’inseguimento individuale e nel 2010 nell’inseguimento a squadre. Per il 2012 è stato confermato all’Androni con cui a gennaio debutterà in India disputando tre circuiti Uci; a febbraio correrà il Giro della Malesia a tappe; a marzo si dedicherà al calendario italiano con la Tirreno – Adriatico, la Milano – Sanremo e la Settimana internazionale Coppi & Bartali. – (fonte: concessione dell’autore: Giacinto Bevilacqua)

LIBRERIA – “La schiena del gruppo” di Stefano Pelloni

L’inevitabile punto di vista di un ultimo arrivato – In tanti, tantissimi, ci riconosceremo in questa lettura: un affondo nella propria esperienza ciclistica giovanile

Questo non è un romanzo di campioni, ma la storia di un ciclista che passa gli anni dell’adolescenza gareggiando in bicicletta. E’ un sincero ritratto delle sensazioni e delle speranze di un ragazzo che parte dalla categoria esordienti fino ad arrivare a quella dei juniores senza però conseguire risultati di rilievo. E’ perciò la storia di un ultimo arrivato, un ciclista comune che vedrà in tutta la sua carriera quasi esclusivamente la “schiena del gruppo”. Dalla propria lettura, poi, non sarà neppure proprio così, perché Stefano Pelloni una gara giovanile l’ebbe vinta: l’ultima, quando sul podio dell’ultima gara – con arrivo in salita a Serramazzoni – applaudivano lui, terzo all’ordine d’arrivo, rispetto al vincitore, perché sapevano che poi avrebbe smesso con l’agonismo.

Leggi tutto “LIBRERIA – “La schiena del gruppo” di Stefano Pelloni”