E/U23 – Domenica 4 marzo a Trieste il Trofeo internazionale ZSSDI

Il Comune di Trieste quest’anno coorganizzatore della manifestazione – Per la prima volta alla partenza ci sarà una squadra romena

Enrico Battaglin vince l'edizione 2011 del Trofeo ZSSDI

Svelata la 36° edizione del Trofeo internazionale ZSŠDI in programma domenica 4 marzo che come da tradizione darà il via alla stagione ciclistica internazionale del Friuli Venezia Giulia. Partenza ufficiosa da Longera-Lonjer alle 13.00, mentre la partenza ufficiale sarà data alle ore 13.15 a Barcola-Barkovlje. La vera novità della 36° edizione è che il Comune di Trieste sarà coorganizzatore della manifestazione, come ha sottolineato anche l’Assessore allo sport Emiliano Edera. ”Anche se conoscevo questa manifestazione, quando gli organizzatori mi hanno fatto vedere l’albo d’oro sono rimasto veramente colpito dalla caratura di questa classica per i giovani talenti e abbiamo immediatamente deciso di aderire e non solo. Abbiamo anche inserito il Trofeo ZSŠDI in una brochure turistica su Trieste, perché sia i turisti ma anche i triestini stessi devono conoscere questa fantastica gara.”

Leggi tutto “E/U23 – Domenica 4 marzo a Trieste il Trofeo internazionale ZSSDI”

SICUREZZA STRADALE – Il Manifesto lanciato dal Times a tutela dei ciclisti

ECCO GLI OTTO PUNTI DEL MANIFESTO
1. Gli autoarticolati che entrano in un centro urbano devono, per legge, essere dotati di sensori, allarmi sonori che segnalino la svolta, specchi supplementari e barre di sicurezza che evitino ai ciclisti di finire sotto le ruote.
2. I 500 incroci più pericolosi del paese devono essere individuati , ripensati e dotati di semafori preferenziali per i ciclisti e di specchi che permettano ai camionisti di vedere eventuali ciclisti presenti sul lato.
3. Dovrà essere condotta un’indagine nazionale per determinare quante persone vanno in bicicletta in Italia e quanti ciclisti vengono uccisi o feriti.
4. Il 2% del budget dell’ANAS dovrà essere destinato alla creazione di piste ciclabili di nuova generazione.
5. La formazione di ciclisti e autisti deve essere migliorata e la sicurezza dei ciclisti deve diventare una parte fondamentale dei test di guida.
6. 30 km/h deve essere il limite di velocità massima nelle aree residenziali sprovviste di piste ciclabili.
7. I privati devono essere invitati a sponsorizzare la creazione di piste ciclabili e superstrade ciclabili prendendo ad esempio lo schema di noleggio bici londinese sponsorizzato dalla Barclays
8. Ogni città deve nominare un commissario alla ciclabilità per promuovere le riforme.

LAMPRE ISD – Allenamenti agonistici a San Vincenzo: c’è anche Cimolai

Molti atleti hanno corso ancora poco, e allora … ecco l’idea di Piovani: allenamenti con classifica “di tappa” e finale a tempo: ogni uscita diventa una gara! – Per Cimolai un 3° e un 5° posto

(24 febbraio) In un periodo nel quale il calendario di corse per la Lampre-ISD è rado, la squadra del general manager Saronni ha colto l’occasione per riunirsi ancora una volta a San Vincenzo. Presso il Residence Riva degli Etruschi, dal 18 febbraio (qualche corridore dal 19) fino al 24 febbraio si sono ritrovati ben 19 ciclisti: Cunego, Petacchi, Bertagnolli, Bole, Bono, Buts, Cimolai, Graziato, Hondo, Dmytro Krivtsov, Kostyuk, Kvachuk, Malori, Marzano, Mori, Pietropolli, Possoni, Righi e Viganò. L’impostazione del raduno è stata però differente rispetto al solito, come spiegato da Maurizio Piovani, direttore sportivo responsabile del ritiro assieme al collega Bruno Vicino: “Visto che molti degli atleti presenti a San Vincenzo hanno corso poco o non hanno ancora preso parte ad alcuna gara, abbiamo pensato di impostare il lavoro di preparazione aggiungendo una componente agonistica. Leggi tutto “LAMPRE ISD – Allenamenti agonistici a San Vincenzo: c’è anche Cimolai”

DANIELE PONTONI – L’idea della “scuola”…si è concretizzata

La copertina di agosto dell'anno 2000 della rivista nazionale "MTB"
 
(18 febbraio) Alla BIT di Milano l’assessore regionale allo Sport, De Anna, ha confermato la volontà di riportare un grande nome del ciclismo mondiale in Carnia sul percorso del Crostis. Presentati anche diversi eventi, come la Carnia Classic, Gemona Città dello Sport, la Scuola di ciclismo fuoristrada di Forgaria e Magraid. (fonte: sito ufficiale regionale)
 

UDINE – Pedalata simbolica e “Decalogo dei buoni comportamenti in bici”

“Caterpillar”, la nota trasmissione di Radio2, promuove l’8^ edizione della campagna radiofonica sul risparmio energetico – La Fiab organizza la pedalata simbolica “M’illumino di meno… ma mi faccio vedere di più”

“M’illumino di meno”, la celebre campagna radiofonica sul risparmio energetico lanciata da Caterpillar, trasmissione di Radio2, dopo aver spento simbolicamente mezza Europa e acceso tricolori “puliti” in tutta Italia, in questa sua ottava edizione rinnova l’invito a ridurre gli sprechi, a produrre energia pulita, a preferire la bici, l’autobus o il car sharing alla macchina, a fare la raccolta differenziata e a ridurre la produzione di rifiuti. Per quanto riguarda Udine sono già diverse le realtà che hanno deciso di aderire a “M’illumino di meno”. La Federazione italiana amici della bicicletta organizza la pedalata simbolica “M’illumino di meno… ma mi faccio vedere di più”, con l’obiettivo di diffondere l’uso della bici, ma in sicurezza con fanali e catarinfrangenti opportunamente posizionati. Proprio in quest’ottica,  il 17 febbraio alle 18 in pizza Libertà, una delegazione della Fiab incontrerà il sindaco Honsell e gli assessori Croattini e Pizza per consegnare loro un decalogo dei buoni comportamenti in bici in relazione alla sicurezza sulle due ruote. (fonti: udin-e.it e-magazine del comune di udine – caterpillar.blog.rai.it)

MESSA DEL CICLISTA – Domenica 26 febbraio: al Monte Lussari e a Tarvisio la visita all’istituto per lo sport Bachmann

Santuario al Monte Lussari

Una giornata con i giovani del ciclismo friulano – L’invito è rivolto alle società e a tutti gli sportivi – IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA definito dalla FCI Provinciale di Udine –  Prenotazioni sino a giovedì 22 febbraio.

ore 10:10 ritrovo a CAMPOROSSO Stazione Cabinovia; ore 10:30 salita al Monte Lussari con cabinovia; ore 11:00 arrivo a MONTE LUSSARI; ore 12:00 Santa Messa del CICLISTA presso il Santuario della Madonna del Lussari; ore 13:30 pranzo presso “RIFUGIO ALPINO Monte Lussari”; ore 16:00 discesa con cabinovia; ore 16:30 visita all’Istituto per lo sport Ingeborg Bachman a Tarvisio

La Preghiera del Ciclista

Per i ragazzi sarà una giornata di sport/turismo/fede/cultura e sana aggregazione. Per i dirigenti e gli sportivi l’occasione di un incontro amichevole e sereno per ben iniziare la stagione sportiva che è alle porte. La quota di partecipazione comprende : Biglietto A/R Cabinovia, Pranzo: adulti € 25,00 , ragazzi fino a 16 anni € 10,00 – PRENOTAZIONI: al fax  0432 522653 entro  giovedì 22 febbraio – Consigliato abbigliamento adeguato per montagna e neve – Informazioni: 335-7760496 – Presidente del Comitato Provinciale FCI Udine, Aldo Segale – (fonte: fci provinciale udine)

CIMOLAI – Giro di Reggio Calabria: 5° nella 1^ tappa, 9° in classifica finale

(11 febbraio) CHIARAVALLE CENTRO – Elia Viviani, ancora lui, sfreccia primo sul traguardo. IIn Calabria non era presente Alessandro Petacchi e nel gruppo della Lampre i ds Bontempi e Lerici hanno affidato il ruolo di capitano a Davide Cimolai, visto che il tracciato della 1^ frazione (Melito Porto Salvo-Chiaravalle Centrale, 170,2 km) suggeriva una conclusione allo sprint. L’epilogo della corsa, svoltasi senza troppo sussulti e con condizioni climatiche non proibitive che hanno consentito di registrare una velocità media finale sostenuta, è stato proprio una volata, nella quale Cimolai ha tagliato il traguardo in quinta posizione – 1^ TAPPA: 1. Elia Viviani (Liquigas-Cannondale) in 3.45’50” – 2. Daniele Colli (Team Type 1 – Sanofi) – 3. Elia Favilli (Farnese Vini – Selle Italia) – 4. Marco Frapporti (Team Idea); 5. Davide Cimolai (Ita, Lampre-ISD)

(12 febbraio) CLASSIFICA FINALE – 1. Elia Viviani km. 361,8 in 8h31’28”, media 42,415 – 2. Daniele Colli (Type1) a 8″ – 3. Elia Favilli (Farnese-Selle Italia) a 16″ – 9. Davide Cimolai (Lampre-Isd) s.t.

(fonti: sito fci nazionale – sito ufficiale Lampre)

PROGETTI – Un nuovo velodromo? Ecco un progetto di fattibilità tecnica

Presentiamo il progetto redatto dall’ing. Vincenzo Montesano con studio professionale in Udine per la realizzazione di un velodromo polifunzionale coperto – Il progetto è il frutto del mix di esperienze maturate sia in campo ciclistico sia nell’ambito ingegneristico – Una dedizione premiata con l’ingresso in qualità d’atleta nel Cycling Team Friuli e con la qualifica federale di tecnico allenatore per le categorie di ciclismo agonistico

Una delle mie prime grandi soddisfazioni risale a quando da ragazzino, ancora del tutto inconsapevole della bellezza che si sarebbe rilevata pedalando in sella a una due ruote, mi venne regalata la prima bicicletta. Ė iniziata così la mia esperienza di corridore per passione, di scalatore solitario di ripidi percorsi immersi nel verde dei boschi della Lucania. Chilometri d’asfalto che negli anni mi avrebbero portato a pedalare su altre strade e su altri monti, a conoscere altri grandissimi appassionati come me, con i quali compartire la fatica e la gioia di non mollare mai. Tra questi, non posso non menzionare il miei tenaci amici Friulani assieme ai quali continuo a sfidare il sole e le intemperie per rincorrere i sogni che si materializzano all’aria aperta. Una dedizione premiata con il mio ingresso in qualità d’atleta nel Cycling Team Friuli e la qualifica federale di tecnico allenatore per le categorie di ciclismo agonistico. Di conseguenza, tappa dopo tappa, si consolida in me l’idea di presentare alla Federazione Ciclistica Italiana, come tesi per il conseguimento dell’abilitazione a tecnico allenatore per le categorie agonistiche, il progetto di un velodromo polifunzionale coperto. Leggi tutto “PROGETTI – Un nuovo velodromo? Ecco un progetto di fattibilità tecnica”