ALLIEVI – Minisini fa suo il 3°G.P.Canal del Ferro-Valcanale

La gara era valida per il Trofeo Alpe Adria – Partenza da Venzone e arrivo a Sella Nevea 

(10 luglio 2011) – Lo “scoiattolo” del Ceresetto si è trovato a suo agio tra le abetaie della Valcanale ed i tornati che da Cave del Predil portano al traguardo nel piazzale Slovenia a Sella Nevea. In 80 hanno risposto all’appello degli organizzatori del gruppo Ciclo Assi Friuli e  molti sono i corridori d’oltreconfine  che in questa gara valevole per la Coppa ALPE ADRIA volevano conquistare punti per la speciale classifica della challenge istituita dai comitati di Friuli, Carinzia, Stiria e Slovenia.

 

 

 

 

A fare da corona alla gara in partenza v’era l’ombra del campanile del Duomo di Venzone, vestigia di storia e coreografia al colorato gruppo dei ciclisti. Sulla pontebbana, strada di traffici e di turismo, il serpentone dei ciclisti viene salutato festosamente da automobilisti e motociclisti in “fuga” verso il mare. Il traguardo volante posto a Resiutta,  “capitale” di polli e grissini, viene conquistato dallo svelto Nigris, ma il gruppo non si sgretola. Si attraversano Chiusaforte e Dogna a gruppo compatto e a Pontebba e Tarvisio tra gli sportivi che applaudono i ciclisti notiamo anche i sindaci dei rispettivi comuni. E’ proprio  a Tarvisio che prende atto un’iniziativa con  protagonisti 14 atleti. Ma il  traguardo di questo 3° GP Canale del Ferro Valcanale “fa gola” a tutti e il gruppo reagisce. A Riofreddo prendono l’iniziativa gli sloveni Sustar e Per David, viaggiano di comune accordo e attraversano Cave del Predil con 35″ di vantaggio.  Costeggiando il lago di Raibl il vantaggio dei due è altalenante ma nel falsopiano della strada della Val del Lago il gruppo si riorganizza e sotto la spinta dei vari Petelin, Rucigaj, Safaric e i ragazzi del Ceresetto mette fine all’avventura dei due sloveni.  Il finale di gara è stato scoppiettante con Safaric e Minisini che abbandanono la compagnia e si condendono in volata un traguardo che premia meritatamente Ruggero Minisini. Terzo il campione sloveno Rucigaj e quarto il combattivo sacilese Jan Pletelin. (fonte : gruppo organizzatore)