CICLO-NOTIZIE del mese di Marzo

domenica 31Floridia (Siracusa) 61^ Coppa di Pasqua – 1. Francesco Romano (Multicar Amarù Caneva) – 2. salvatore Morale (Club 2000) – 3. Simone Germanà (Team Toscano) – 4. Antonino Blanco (Multicar Amarù Caneva) – 5. Giuseppe Amato (Club 2000)

 

Lo stile in bicicletta di Davide Cimolai

giovedì 28CIMOLAI 14° alla Tre Giorni di La Panne – Giornata doppia per gli atleti impegnati a De Panne e buona risposta da parte di Davide Cimolai. In mattinata, il corridore della Lampre-Merida ha dato seguito al suo buon momento, cogliendo il 6° posto nella semitappa De Panne-De Panne (112,6 km). Con grande coraggio, il ventitreenne friulano si è buttato nella mischia dello sprint conclusivo, una volata particolarmente convulsa nella quale Cimolai è riuscito a uscire dall’ultima curva in buona posizione, non potendo però avvicinare Kristoff, primo a tagliare la linea del traguardo. Conclusione al pomeriggio con la cronometro De Panne-Koksijde-De Panne, 14.750 metri coperti da Cimolai in 19’17”, 27^prestazione che è valsa il 14° posto finale nella classifica generale. Vittoria nella crono e conquista della classifica generale per Chavanel. Ha sottolineato il ds Fabrizio Bontempi: “La Tre Giorni di De Panne non ci ha portato in dote successi, ma possiamo comunque cogliere indicazioni positive su Cimolai: coraggio, tempismo e generosità hanno contraddistinto le sue prestazioni dalla prima all’ultima tappa”.  ORDINE D’ARRIVO SEMITAPPA A: 1- Kristoff 2h29’02” – 2- Modolo s.t. – 3- Viviani s.t. – 4- Colbrelli s.t. – 6- Cimolai s.t. – CLASSIFICA SEMITAPPA B: 1- Chavanel 18’02” – 2- Vorobyev 19″ – 3- Westra 21″ – 4- Le Bon 24″ – 24- Cattaneo 1’14” – 27- Cimolai 1’15” – CLASSIFICA GENERALE FINALE: 1- Chavanel 12h34’28” – 2- Kristoff 22″ – 3- Terpstra 31″ – 4- Le Bon 32″ – 14- Cimolai 1’20”

domenica 24 – PROFESSIONISTI , GAND-WEVELGEM – A Sagan è bastato uno, ed un solo, attacco a quattro chilometri dal traguardo per vincere questa classica del nord: un arrivo in solitaria e poi … ruota impennata per lo show di sua abitudine. ARRIVO: 1. Peter Sagan (Svk, Cannondale Pro Cycling) in 4.29’10”; 2. Borut Bozic (Slo, Astana Pro Team) a 23”; 3. Greg Van Avermaet (Bel, Bmc Bmc Racing Team) st; 4. Heinrich Haussler (Aut, Iam Cycling) st; 5. Juan Antonio Flecha Giannoni (Spa, Vacansoleil-Dcm Pro Cycling Team) st

DONNE ELITE – Cittiglio (VA) Trofeo Binda – 1. Elisa Longo Borghini (Hitec Products) Km. 120 in 3h12’16”, media 37,600; 2. Emma Johansson (Orica AIS) a 1’44”; 3. Eleonora Van Dijk (Specialized Lululemon); 4. Amanda Spratt (Orica AIS) a 1’51”; 5. Chantal Blaak (TIBCO) a 2’21”

Il trio di successo della Lampre-Merida (foto Bettini)COPPI&BARTALI – Classifica FINALE: 1. Diego Ulissi (Lampre-Merida); 2. Damiano Cunego (Lampre-Merida) a 1’35”; 3. Miguel A. Rubiano Chavez (Androni Giocattolli-Venezuela) 1’48”; 4. Ivan Basso (Cannondale) a 1’59”; 5. Riccardo Zoidl (Team Gourmetfein Simplon) a 2’09”

COPPI&BARTALI – 5^ tappa: 1. Damiano Caruso (Cannondale Pro Cycling) Km. 120 in 3h0’13”, media 41,750; 2. Alessandro Mazzi (Utensilnord Ora24.eu) a 13″; 3. Boris Shpilevsky (Lokosphinx) a 1’28”; 4. Sergey Shilov (Lokosphinx) a 1’33”; 5. Simone Ponzi (Astana) a 1’37

Juniores – Vittorio Veneto (TV) 44^ Medaglia d’Oro Val Lapisina – 1° Francesco Romano (Multicar Amarù Caneva) – 2° Dario Pascotto (Industrial Forniture Moro) – 3° Mirko Azzalini (Sanfiorese) – 4° Stefano Vettorel Bosco Orsago) – 5° Moris Polese (Caneva Granciclismo)

Galliate (NO) 1° trofeo MA VI Installazioni – 1. Daniel Staffus (Bando Cycling Team)km.93, media 41,333 km/h – 2. Federico Burchio (Lions Cycling Team) – 3. Alessio Brugna (Aspiratori Otelli-CAS Zani) – 4. Alessandro Mariani (Busto Garolfo) – 5. Samuele Bianchi (Canturino 1902)

sabato 23COPPI&BARTALI – 4^ TAPPA (cronometro): 1. Adriano Malori (Lampre-Merida) Km. 14,3 in 16’14”. media 52,851; 2. Anton Vorobyev (Katusha) a 14”; 3. Moreno Moser (Cannondale) a 16”; 4. Jacobus Venter (Mtn-Qhubeka) a 30”; 5. Artem Ovechkin (Rusvelo) a 31”

venerdì 22COPPI&BARTALI – 3^ TAPPA: 1. Damiano Cunego (Lampre Merida) in 4h10’18”, media 37,630; 2. Mauro Santambrogio (Vini Fantini-Selle Italia); 3. Matej Mugerli (Adria Mobil); 4. Davide Rebellin (CCC Polsat Polkowic); 5. Leopold Konig (Team NetApp-Endura)

giovedì 21 – LUTTO – Addio alla ‘Freccia del Sud’ Pietro Mennea. Il campione azzurro,  nato a Barletta il 28 giugno 1952 è morto questa mattina all’età di 61 anni. Sprinter, medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Mosca 1980 sui 200 metri, é stato per 16 anni detentore del record del mondo sulla distanza.

COPPI&BARTALI – 2^ TAPPA: 1. Diego Ulissi (Lampre-Merida) in 4h33’23”, media 35,620; 2. Miguel A. Rubiano Chavez (Androni Giocattoli-Venezuela) a 34″; 3. Damiano Cunego (Lampre-Merida) a 1’11”; 4. Radoslav Rogina (Adria Mobil) st; 5. Riccardo Zoidl (Team Gourmetfein) a 1’15”

mercoledi’ 20  – PROFESSIONISTI – COPPI&BARTALI – 1^ TAPPA (prima semitappa): 1. Fabio Felline (Androni Giocattoli-Venezuela) Km 100,5 in 2h22’15”, media 42,390; 2. Mattia Gavazzi (idem) a 1″; 3. Alessandro Bazzana (Unitedhealthcare Pro Cycling); 4. Filippo Baggio (Ceramica Flaminia-Fondriest); 5. Thomas Sprengers (Topsport Vlaanderen-Baloise) – (seconda frazione a cronosquadre): 1. Katusha A (Belkov, Chernetski, Porsev, Vorobyev) Km. 11,2 in 13’15”; 2. Cannondale Pro Cycling B (Basso, Caruso, Moser, Longo Borghini) a 5”; 3. Team Netapp Endura A (Barta, Camano, Huzarsky, Pimenta) a 8”; 4. Lampre Merida A (Malori, Ulissi, Cunego, Pietropolli) a 10”, 5. Lokosphinx A (Arguleyes, Sokolov, Shilov, Shpilevsky) a 11

Ciolek-Cancellara, i complimenti dopo la Sanremo: ... e Sagan? Sparito !

Una emblematica fase della Milano-Sanremo 2013domenica 17 – PROFESSIONISTI – MILANO-SANREMO – Questi i numeri dei professionisti friulani in gara : 21 PELLIZOTTI Franco (Androni Giocattoli) – 33 GASPAROTTO Enrico (Astana Pro Team) – 74 DE MARCHI Alessandro (Cannondale Pro Cycling) – 132 CIMOLAI Davide (Lampre-Merida) – CRONACA: La corsa è stata stravolta a causa della neve, prima la neutralizzazione del tratto compreso da Ovada al passo del Turchino ed Arenzano, poi la decisione di annullare anche la salita delle Manie.  Il campione del mondo il belga Gilbert allunga nella discesa della Cipressa, si avvantaggiano nove corridori con Sagan, Chavanel e Cancellara. Sul Poggio il francese Chavanel allunga con altri due compagni e conta fino a 27″ di vantaggio. Con lui il britannico Stannard, in cima hanno 7″ su Cancellara, Sagan, Ciolek e Paolini che si riportano sui fuggitivi lungo la discesa. Sul viale d’arrivo, che prende il nome da Italo Calvino, a Sanremo Sagan parte ai 300 metri, ma sbaglia insistendo su un lungo rapporto e Ciolek lo rimonta e va a vincere per mezza ruota, Terzo lo svizzero Cancellara (2° l’anno scorso dietro a Gerrans) che ha fatto di tutto oggi per far perdere lo slovacco Sagan. E c’è riuscito. Poi ai microfoni dirà, con grande fair-play . “Oggi hanno vinto tutti quelli che sono arrivati…” – ARRIVO : 1° Gerald Ciolek (MTN – Qhubeka) in 5.37’20” – 2° Peter Sagan (Cannondale) – 3° Fabian Cancellara (RadioShack Leopard) – 4° Sylvain Chavanel (Omega Pharma Quick Step) – 5° Luca Paolini (Team Katusha) – 6° Ian Stannard (Sky Pro Cycling) – 7° Taylor Phinney (BMC Racing) – 8° Alexander Kristoff (Team Katusha) a 14” – 9° Mark Cavendish (Omega Pharma Quick Step) – 10° Bernhard Eisel (Sky Pro Cycling) – 14° Enrico Gasparotto (Astana Pro Team)

ELITE/UNDER 23 – TREVISO, 98^ Popolarissima – 1. Nicola RUFFONI (Team Colpack) km 154 in 3h33’35’ media 43,262 km/h – 2. Federico Zurlo (Zalf Euromobil Désirée Fior) – 3) Stefano Perego (Trevigiani Dynamon Bottoli)

JUNIORES – CASTEL D’AZZANO (VR) – 1. Riccardo MINALI (Cipollini Assali Stefen) km 79,300 in 1h55′ media  41,374 km/h – 2. Yuri Pessotto (Rinascita Ormelle Pinarello) – 3. Attilio Viviani (Kkr Italia)

sabato 15 – DONNE, 5^ Classica Città di Padova – 1. Giorgia Bronzini (Wiggle Honda) km. 126 in 2h01’00”, media 41,768; 2. Trixi Worrack (Team Specialized – Lululemon); 3. Marta Tagliaferro (Mcipollini Giordana); 4. Giada Borgato (Pasta Zara – Cogeas); 5. Barbara Guarischi (VaianoFondriest); 10. Elena Cecchini (Faren – Let’s Go Finland) – La prossima domenica a Cittiglio (Varese) la seconda prova di Coppa del Mondo abbinata al Trofeo Binda. Al via le migliori Elite del mondo

venerdì 15 – FILIPPA LAGERBÄCK è la testimonial di “Bimbimbici” 2013 – Per il terzo anno di seguito la bella Filippa Lagerbäck, conduttrice televisiva, conferma la sua partecipazione come madrina di  Bimbimbici, la Giornata nazionale della FIAB giunta alla sua XIV edizione, che si terrà in centinaia di città italiane domenica 12 maggio prossimo.

giovedì 14 – PROFESSIONISTI,  GP Nobili Rubinetterie (Stresa) –  ARRIVO: 1. Bob Jungels (Lux-Radioshack-Leopard) km. 187,5 in 4h33’04” media 41,199 – 2. Daniele Bennati (Saxo-Tinkoff) a 52” – 3. Simone Ponzi (Astana Pro Team) – 4. Marco Zamparella (Utensilnord) – 5. Francis Alberd Ventoso (Esp-Movistar)

giovedì 14 – JUNIORES: Rino De Candido, friulano e c.t. della nazionale, al Trofeo Città di Loano il 7 aprile – Il commissario tecnico nel corso di questa settimana ha convocato alcuni tra i migliori talenti italiani al ritiro collegiale di Montichiari per le prime valutazioni tecniche in vista degli appuntamenti più importanti della stagione. Al 42° Trofeo Città di Loano ha annunciato di voler seguire da vicino la gara ligure:  “Le  prime corse del 2013  hanno messo in luce alcuni atleti molto interessanti. Il panorama degli scalatori, rispetto allo scorso anno, sembra più omogeneo. Una previsione? Mi auguro che arrivi un gruppetto di tre-quattro corridori allo sprint” (fonte: fci)

mercoledì 13 – PAPA FRANCESCO I – Un aspetto della semplicità di Papa Francesco, primo gesuita e primo sudamericano a salire al soglio pontificio, è raccontato oggi dalle pagine de Il Messaggero: il quotidiano romano riporta l’esperienza dell’attuale parroco di una chiesa di Valmelaina che si trovava a Buenos Aires, Don Gaetano, quando, nel 1999, Bergoglio era Arcivescovo della città argentina. Giunto nella Chiesa per dare la Cresima ad alcuni ragazzi del quartiere, genitori, parenti e fedeli rimasero stupiti nel vedere il Vescovo arrivare non su un’elegante automobile, ma sorridente in bicicletta. “E’ una rivoluzione – ha commentato Don Gaetano – Il Papa è una persona semplice, alla mano, meravigliosa”.  (fonte: montesacro.romatoday.it)

martedì 12 – A Chialminis la “Benedizione del ciclista” – Domenica 17 marzo si terrà nella Chiesa di Sant’Elena di Chialminis, la Santa Messa della “Benedizione del Ciclista”. A seguire, per chi volesse partecipare, si svolgerà il pranzo preparato dalla comunità di Chialminis composto dal primo, secondo, dolce, vino/bevande e caffè al costo di €. 15,00. Per ulteriori informazioni contattare il numero telefonico 3281574419 (fonte: segreteria A.S.D. Help Haiti-Chiarcosso)

lunedì 11 marzo – Incidente al c.t. della nazionale francese – L’ex ciclista professionista francese Laurent Jalabert, soprannominato “Ja-Ja”, vincitore di una Sanremo e di un Lombardia, iridato a cronometro nel 1997, è stato investito da un’auto mentre pedalava lungo una strada nel sudovest della Francia, rimanendo  gravemente ferito. Jalabert sarebbe stato travolto da una macchina che arrivava in senso inverso. (fonte: Gazzetta dello Sport)

domenica 10 – E/U23 – 81° Circuito di Sant’Urbano a Pianzano (Treviso) – 1. Juan Ignacio Curuchet (Trevigiani Dynamon Bottoli) Km. 100 in 2h12’39”, media 46.046 – 2. Marlen Zmorka (Palazzago) – 3. Mattia Mosole (Trevigiani Dynamon Bottoli) a 15” – 4. Matteo Marcolin (C.T. Friuli) a 23”; 5. Matteo Zambon (Marchiol Emisfero Site)

sabato 9 – T/A 4^tappa: attacca Contador, ma vince Froome – PRATI DI TIVO –  Questo arrivo in salita ha scosso la classifica e ha dato alcune risposte precise sulle forze in campo – 1. Christopher Froome (Sky Procycling) – 2. Mauro Santambrogio (Vini Fantini-Selle Italia) a 6″ – 3. Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) a 11″

venerdì 8 –T/A 3^ tappa: nomi illustri allo sprint, vince Sagan, Cimolai 6° – NARNI SCALO – Ritmo infernale sui 3 km di ascesa della Madonna Scoperta a 19 km dalla conclusione imposto dal Cannondale, con Damiano Caruso su tutti. Il gruppo si allunga e la tappa diventa una battaglia e alla fine, sotto la pioggia, la volata ha premiato il più forte. Il tedesco Greipel lancia lo sprint in testa, ma i muscoli del possente velocista si appesantiscono e Sagan sbuca sulla destra, con Cavendish in scia. Generosa la prestazione di Davide Cimolai, 6° al traguardo e primo degli italiani. Il giovane atleta blu-fucsia-verde ha ricevuto mandato di difendere i colori della squadra nello sprint, visto che Pozzato e Ferrari erano rimasti attardati a causa della caduta che ha spezzato il gruppo a circa 16 km dall’arrivo. Con un buono spunto, Cimolai ha conquistato a inizio volata una buona posizione, difesa poi con le residue forze: la lista degli atleti che lo hanno preceduto è di tutto rispetto, con Sagan 1°, seguito da Cavandish (ancora leader), Greipel, Ciolek e Goss. “Il freddo e il finale nervoso hanno reso la corsa impegnativa – ha spiegato Cimolai – Sono contento di aver avuto la possibilità di disputare lo sprint, ho cercato di dare fondo alle energie rimaste per impostare la volata in testa alla gruppo. C’è stato da difendersi, vista la qualità dei velocisti che hanno preso parte allo sprint”. ARRIVO: 1. Peter Sagan (Cannondale Pro Cycling) km 190 – tempo 5:15:12 – media 36,167 km/h – 2. Mark Cavendish (Omega Pharma-Quick Step) – 3. André Greipel (Lotto Belisol) – 4. Gerald Ciolek (Mtn-Qhubeka) – 5. Matthew Harley Goss (Orica-GreenEdge) – 6. Davide Cimolai (Lampre-Merida) – 7. Tyler Farrar (Garmin-Sharp) – 8. Thor Hushovd (Bmc Racing Team) – 9. Manuel Belletti (Ag2r La Mondiale) – 10. Simon Geschke (Team Argos-Shimano)

giovedì 7 – T/A 2^tappa: Cimolai ottima “spalla” per Ferrari  – La tappa più lunga della Tirreno-Adriatico 2013 (232 km da San Vincenzo a Indicatore) ha confermato la qualità di velocista di Roberto Ferrari: con il 4° posto finale e uno sprint convincente, l’atleta della Lampre-Merida può sedersi al tavolo delle migliori ruote veloci. In un finale di gara contraddistinto dalla fitta pioggia, la squadra diretta dal duo Bontempi-Vicino si è ben mossa a sostegno del proprio sprinter, con Pietropolli prima e Cimolai poi a supporto di Ferrari. Importante il lavoro di Cimolai in vista dell’ultimo chilometro: Ferrari ha potuto agganciarsi alla parte di testa di un gruppo molto allungato, sfruttando poi la strada in leggera discesa verso il traguardo per risalire posizioni e provare a lanciare la volata negli ultimi 200 metri. L’azione del corridore bresciano ha trovato risposta da parte di Goss, bravo ad imporsi con uno sprint di potenza.

giovedì 7 – 4^tappa Parigi-Nizza – Nel finale un gruppo di circa 40 corridori reduci dalla cote di Sizeranne si è giocato la vittoria allo sprint. A prevalere è stato lo svizzero Albasini che ha regolato Iglinskiy e Velits. Così “Il Giallo” commenta la giornata su fb: “Alla fine il sole ha fatto capolino ed e’stata una giornata mooolto veloce e impegnativa! Rammarico per il 4° posto ma ho fatto il max possibile” – ARRIVO: 1. Michael ALBASINI (Orica Greenedge) tempo 4:55:41 – 2. Maxim IGLINSKIY (Astana Pro Team) s.t. – 3 Peter VELITS (Omega Pharma-Quick Step) s.t. – 4 Enrico GASPAROTTO (Astana Pro Team) s.t. – 5 Diego ULISSI (Lampre Merida) s.t.

giovedì 7 – Il Bottecchia “aprirà” ai cicloamatori ? – Obbiettivi molto importanti per la stagione che sta per iniziare, ma il principale pare sia  quello di aprire l’anello agli amatori per almeno 2 giorni a settimana, la disponibilità di fornire biciclette da pista. Per coloro che non hanno mai girato in pista sarà messo a disposizione del personale qualificato per aiutarli a prendere confidenza.

mercoledì 6 – Convegno e Assemblea FIAB – Nei giorni 6 e 7 aprile 2013 si terrà a Vicenza l’assemblea annuale della Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Tra i relatori esperti italiani e stranieri che illustreranno quali possono essere gli effetti positivi per il territorio e per l’economia e il territorio a seguito di un aumento del movimento cicloturistico in Italia e nel Veneto in particolare. Tra gli interventi,quello del prof. Richard Weston dell’Università di Central Lancashire (UK) che illustrerà gli aspetti economicamente rilevanti creati in Europa dalla rete Eurovelo. Altri interventi di imprenditori legati al mondo cicloturistico e la presentazione di progetti di solidarietà in favore delle aree colpite dal terremoto in Emila, tramite una rete di percorsi cicloturistici.

martedì 5 – De Marchi e … la maglia gialla di Viviani alla Parigi-Nizza – Il bujese divide la camera d’albergo con il capoclassifica. Due tappe e due podi per Elia Viviani nella Parigi-Nizza. Lunedì terzo, ieri secondo alle spalle del tedesco Marcel Kittel, il giovane della Cannondale conquista anche la maglia gialla di leader, quella verde della classifica a punti e la bianca di miglior giovane. La volata sul lungo rettilineo con finale in leggera salita di Cérilly non era facile da impostare. Viviani ha messo a frutto la sua esperienza di pistard battezzando subito la ruota buona, quella di Kittel, per schizzare fuori dal gruppo negli ultimi metri e conquistare la seconda piazza.lunedì 4 – Stage della nazionale bmx a Rivignano – Nello scorso weekend si è svolto il penultimo stage per la categoria juniores ed élite. L’allenamento diretto dal C.T. Ludovic Laurent è stato dedicato alla valutazione dei giovani bikers, alcuni dei quali hanno svolto durante l’inverno un lavoro impegnativo in palestra, che ha richiesto particolare attenzione alla corretta impostazione tecnica sul campo di gara ed esercizi volti ad aumentare la resistenza anaerobica.

domenica 3 – DE MARCHI alla Parigi-Nizza – La gara a tappe in terra francese ha preso il via da Houilles con un prologo di 2,9 km e terminerà il 10 marzo con la cronoscalata individuale a Col D’Èze. Il bujese Alessandro De Marchi (Cannondale Pro Cycling) partecipa con il numero dorsale 203. Dalla propria pagina di fb afferma: “71° Paris – Nice, una delle corse più dure dopo i grandi giri… lavoriamo per i capitani e qualche fuga!!! Dopo una grande doppietta Moser – Sagan in terre toscane siamo pronti anche qui in Francia!

domenica 3 – PROFESSIONISTI Roma Maxima – Impresa da incorniciare quella del francese Blel Kadri (Ag2r), classe 1986 e professionista dal 2009, vincitore in solitudine. Beffato “Pippo” Pozzato: “Solo dopo il traguardo mi sono accorto che lo sprint non era per la vittoria. Sono rientrato in gruppo a circa 8 km. dal traguardo e i miei compagni si sono messi subito a tirare in testa al plotone, riprendendo il drappello di corridori che ci precedevano. A quel punto, si pensava non ci fosse più nessuno, senza radio è difficile conoscere bene la situazione, da qui è nato l’errore. Peccato, avevo preparato bene la gara e ci tenevo a vincere in questo scenario davvero molto suggestivo”. ARRIVO: 1. Blel Kadrid (Ag2r La Mondiale) in 4.26’17”; 2. Filippo Pozzato (Lampre-Merida) a 37″; 3. Grega Bole (Vacansoleil-DCM); 4. Enrico Barbin (Bardiani-CSF) st; .5. Simone Ponzi (Astana)

domenica 3 – MTB Tregnano (VR) Xc Grand Prix d’Inverno – Un guasto meccanico ha bersagliato Luca Braidot quando era al comando tra gli Under 23 ed in terza posizione assoluta alle spalle di Manuel Fumic e Marco Aurelio Fontana – JUNIORES: 1. Gioele Bertolini (Controltech Nevi) in 54’34”; 2. Alessandro Saravalle (Cicli Lucchini.com) a 44”; 3. Moreno Pellizzon (Caprivesi) a 46

domenica 3 – Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate – La FIAB partecipa attivamente a questa iniziativa organizzata da CO.MO.DO, la Confederazione della Mobilità Dolce. che si propone di valorizzare il patrimonio ferroviario minore, e recuperare e riconvertire in percorsi a piedi e in bicicletta le infrastrutture ferroviarie dismesse. In friuli l’iniziativa riguarda l’ex ferrovia Udine-Majano. I programmi su    http://www.ferroviedimenticate.it/eventi_2013.htm

sabato 2 – Moreno Moser il primo italiano a vincere la “Strade Bianche” – Un giovane e grandissimo Moreno Moser, 22 anni, ha vinto in piazza del Campo a Siena questa spettacolare gara per professionisti. Al secondo posto ha completato il trionfo della Cannondale lo slovacco Peter Sagan. Il nipote del grande Francesco ha fatto una stupenda azione offensiva nel finale raggiungendo il fuggitivo Flecha ad una decina di chilometri dal traguardo, poi nell’ultimo e impegnativo tratto in salita posto in città lungo la contrada dell’oca ha allungato con un potente e secco scatto andando a vincere in solitaria. ARRIVO: 1. Moreno Moser (Cannondale) km. 190 in 5:01.23 – 2. Peter Sagan (idem) a 5″ – 3. Rinaldo Nocentini (AG2R La Mondiale) a 7″ – 4. Fabian Cancellara (RadioShack – Leopard) Svizzera – 5. Aleksejs Saramotins (IAM Cycling) Lettonia 

Venerdì 1 – Alle ore 20:30 nell’auditorium di Feletto Umberto l’Asd Help Haiti presenterà la propria squadra e le correlate attività benefiche previste nel 2013. L’occasione sarà utile per ascoltare il concerto di beneficenza per Haiti con l’intervento dei “The Crunchy Candles” e del “Duo Sebastianutto Bruno e Christian”