MOBILITA’ SOSTENIBILE – Udine è 12^ tra le città italiane e adotta il P.U.M.

Euromoblility raffronta le principali 50 città italiane – A Udine sarà raddoppiata la rete ciclabile

(22 dicembre) Confortante il dato emerso dalla classifica sulla “Mobilità sostenibile in Italia”, quinto rapporto redatto da Euromobility con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Molto soddisfatto si è dichiarato l’assessore comunale alla Mobilità, Enrico Pizza, in quanto si è passati in due anni dal 24° al 12° posto di questa ideale classifica italiana. Un riconoscimento misurato da ricercatori nazionali che incoraggia a proseguire su questa strada, dato che il consiglio comunale ha adottato il PUM (piano urbano della mobilità). Il Pum prevede, d’intesa con i comuni di Campoformido, Pozzuolo e Tavagnacco, oltre alle nuove infrastrutture viabilistiche anche la richiesta di potenziare il trasporto pubblico per Udine ed i comuni del sistema urbano udinese, nonché l’impegno dei comuni a raddoppiare la rete della ciclabilità.

“Grazie anche alle quattro nuove stazioni di bike sharing in città – conclude Pizza – e alla dozzina prevista grazie ai fondi europei del Pisus richiesti alla Regione, nonché allo studio e l’implementazione di un sistema di car sharing da realizzare insieme con Tavagnacco ed esteso all’hinterland, potremo fare altri passi avanti nel 2012”. Gli indicatori di cui si è tenuto conto per stilare la classifica di Euromobility, così come si legge nel rapporto, sono stati in particolare le innovazioni introdotte per la gestione della mobilità (bike sharing, car sharing, mobility manager, ecc) e la loro efficacia. Ma anche lo stato di salute delle città in relazione alla presenza di auto di nuova generazione e all’incremento delle auto alimentate a combustibili alternativi (Gpl, metano), l’offerta e, soprattutto, l’utilizzo del trasporto pubblico, le politiche per la ciclabilità e l’adozione di strumenti di gestione e di pianificazione del traffico.