Milan nel quartetto azzurro per Plovdiv

PISTA – Da mercoledì 11 a domenica 15 novembre, scattano a Plovdiv (Bulgaria) l’edizione 2020 dei Campionati Europei pista dedicati alla categoria élite (uomini e donne) in tutto, di 22 titoli europei. Il ciclista di Buja, Jonathan Milan, è stato chiamato nel quartetto dell’inseguimento a sostituire Filippo Ganna.

Nella passata edizione, disputata ad Apeldoorn, l’Italia vinse cinque medaglie (2 ori, 1 argento e 2 bronzi), con i titoli continentali per Elia Viviani nell’eliminazione e Maria Giulia Confalonieri nella corsa a punti.  

SETTORE MASCHILE – La Nazionale Uomini guidata da Marco Villa sarà subito impegnata nelle qualificazioni dell’inseguimento a squadre, disciplina che nell’edizione del 2019 portò alla conquista dell’argento con record italiano (3’51”604), successivamente superato dalla locomotiva azzurra ai mondiali di Berlino 2020 (con il “tempone” di 3’46”513, a soli 2” dal record del mondo): “Vista la situazione che stiamo vivendo tutti, temevo che dopo i mondiali pista di Berlino non ci fosse la possibilità di correre una gara di così alto livello. Aldilà del singolo risultato, l’utilità di questa trasferta è proprio quella di permetterci di correre una prova di assoluto livello. Non avremo la necessità di cercare punti in chiave olimpica e quindi potremo concentrarci su fondamentali come la concentrazione, l’attitudine alla gara, migliorare i meccanismi. Per un giovane come Milan aggiungo anche la possibilità di crescere. Dispiace molto per Filippo. Era motivato, voleva essere della partita ed aveva la giusta spinta per battere il muro dei 4’. Mi dispiace anche dell’assenza di atleti come Viviani e Consonni, che dopo Giro e Tour si meritano il riposo, e di Plebani, come anche di altri ragazzi che dopo gli europei pista di Fiorenzuola hanno concluso la stagione”.

fonte: FCI