Milan accelera il ritmo del quartetto azzurro: nuovo record italiano con 3’46″513

Mondiali pista a Berlino – Ottimo l’inserimento del 19enne bujese nel quartetto italiano – Gli elogi di Davide Cassani : “Impressionante. E’ riuscito ad aumentare un ritmo che già era altissimo”

“Il mondiale dei record” è già stato denominato quello in corso di svolgimento al velodromo di Berlino. Al primo giorno di gare, mercoledì 26 febbraio, l’inseguimento azzurro ha concretizzato il nuovo record italiano al 1^ turno del torneo maschile: Consonni, Ganna, Lamon e Milan, contrapposti ai favoritissimi danesi, hanno fermato il cronometro sui 3’46”513  non sufficiente a portarli nella finale per l’oro ma che vale il nuovo record italiano, a solo una manciata di centesimi da quello del mondo segnato, nella stessa occasione, proprio dalla Danimarca. L’Italia conquista la finale per il bronzo contro l’Australia in programma giovedì 27.

Villa, commissario tecnico pista: “Un tempo che ci da morale, siamo a soli 2 centesimi dal record del mondo. Lo abbiamo detto forte e chiaro: noi per Tokyo2020 ci siamo. Bravi tutti gli azzurri, anche il giovane Milan che ha carattere per aver saputo inserirsi in un quartetto di questo livello nonostante la mancanza di Bertazzo e Plebani” .

Nelle prove di qualifica l’Italia aveva già registrato un ottimo tempo con 3’49”995 (molto vicino al record italiano poi superato) con Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Michele Scartezzini che le ha permesso di superare e qualifiche nonostante sia stata l’ultima nazione a salire sulla pista. Poi, come detto sopra, il CT Villa schiera al via il giovane talento Jonathan Milan al posto di Scartezzini.

Davide Cassani ha elogiato la prova maiuscola di Jonathan Milan: “Al terzo km il ritardo scende a 1 secondo e 1 decimo. Milan da il cambio a Filippo Ganna. Impressionante, riesce ad aumentare un ritmo che è già altissimo. Il ritardo scende, 500 metri all’arrivo, ritardo 7 decimi. Ultimo giro, mezzo secondo e Ganna sempre in testa con Consonni e Lamon incollati alla sua ruota. Vince la Danimarca stabilendo il nuovo record del mondo e L’ Italia ottiene uno strepitoso primato italiano battendo il precedente di ben 3” (seconda prestazione mondiale di sempre). Milan ha 19 anni, Ganna 23, Lamon 26 e Consonni 25. Mezzo quartetto corre solitamente su strada ed è per questo che il nostro quartetto con Marco Villa in testa è semplicemente straordinario.”

fonti. Fci news / Fb Cassani