S’infiamma la Castelbike a Udine: show dei gemelli Braidot con Colledani e Ponta

All’ultimo giro allunga a va a vincere il nazionale Luca Braidot, secondo Daniele, poi Colledani e Ponta

MTB – venerdì 20 settembre – quarta e ultima prova del “Trofeo XCBYNIGHT”- Arrivo: 1.Luca Braidot (Carabinieri) – 2.Daniele Braidot (idem) – 3.Nadir Colledani (Bianchi Countervail) – 4.Marco Ponta (Fun Bike)

Bilancio decisamente positivo per la 20^ Castel bike che si è disputata nel pieno centro storico di Udine. Per la ottantina di specialisti delle mountain bike che si erano iscritti, l’organizzatore Ciclo Assi Friuli aveva predisposto un impegnativo circuito con base di partenza piazza Libertà, salita al Castello, discesa verso Giardin grande, transito per via Manin e arrivo ancora in piazza Libertà.

Nelle due prove in programma (una riservata agli amatori e l’altra ad agonisti e Master) c’è stata battaglia e spettacolo. Circa la prima, vittoria di Loris Tomat. Alle sue spalle, nell’ordine: Grigolini, Zossi e Fabbroni. Seguita con particolare attenzione dal pubblico, accorso malgrado la temperatura fosse abbastanza fredda per una sera d’avvio autunno, la gara di agonisti e Master.

Attesi erano i gemelli isontini Daniele e Luca Braidot e Nadir Colledani da Castelnovo del Friuli, che sono stati alla altezza della loro fama di valore nazionale, dominando con il solo Marco Ponta da Mels di Colloredo di Monte Albano ad infastidirli chiudendo in quarta posizione.

Fra i Master 1 si è imposto Denis Vogrig (in passato quattro volte vincitore della “Castel bike”), mentre fra i Master 2 il migliore è stato Marco Del Missier concludendo davanti a Claudio Cucinotta e Stefano Toffoletti: indimenticata coppia di campioni friulani. Premiazioni effettuate da Mario Gasparetto per il Coni e Antonella Boccardo consigliera del comitato regionale della Federazione ciclistica italiana, nonché dai dirigenti del Ciclo Assi Friuli guidati dal presidente Mauro Masotti.

Segale con Colledani, Ponta e i Braidot

PRESENTAZIONE DELLA GARA

IL PERCORSO – Partenza ed arrivo davanti alla Loggia del Lionello di piazza Libertà  e salita del Castello, quindi discesa verso piazza Primo Maggio e passaggio lungo via Manin per approdare al traguardo. Si tratta di circuito da replicare varie volte.

Veduta del percorso
  •  IL PROGRAMMA – 20:00 partenza 1^ gara (da M3 in sù e donne) – 20:45 partenza 2^ gara (M1-2 e agonisti) – 21:25 fine gare – interruzione per redarre classifiche  e inizio di un concerto della AFDS (45′) – 22:15 circa premiazioni (20′) sul palco del terrapieno di P.zza Libertà.
  • Alla società bianconera lo spunto era stato dato, nel Duemila, da Daniele Pontoni fuoriclasse del ciclocross (fra l’altro due titoli mondiali e 15 nazionali) ma bravo anche nelle mountain bike (sulle quali si è aggiudicato due altri tricolori). Egli aveva preso parte a gare cittadine di quest’ultima disciplina in paesi europei. Il presidente Mauro Masotti ed i suoi collaboratori hanno recepito il suggerimento, impegnandosi a proporre un appuntamento che nel tempo ha registrato vincitori di spessore.Ecco, infatti, il suo albo d’oro: Daniele Pontoni (2000), Marco Bui (2001), Martino Fruet (2002), Aliosa Kustrin (2003), Luca Bramati (2004), Federico Ciani (2005), Marco Ponta (2006, 2012, 2013 e 2017), Denis Vogrig (2007, 2011, 2014 e 2015), Claudio Cucinotta (2008). Andrea Bravin (2009), tutti i partecipanti posti a pari merito a causa delle condizioni atmosferiche che avevano avversato la competizione (2010), Nadir Colledani (2016) e Matteo Vidoni (2018).Quest’anno la “Castelbike” costituisce la quarta e ultima prova del “Trofeo XCBYNIGHT”: challange articolato sul binomio sport-turismo comprendente anche analoghe corse disputate nelle settimane passate – sempre in notturna – rispettivamente a Lignano Sabbiadoro, Artegna e Cividale del Friuli.Per il pubblico, oltre allo spettacolo della CastelBike ,stavolta, esiste poi una ulteriore opportunità: ovvero la contemporanea esibizione in piazza Libertà di due gruppi canori che intendono così celebrare la festa della Associazione friulana donatori sangue: benemerito sodalizio attivo da mezzo secolo e che, nella recente domenica, ha premiato a Martignacco alcune centinaia di suoi appartenenti distintisi per la loro generosità nelle donazioni. Attualmente ne conta complessivamente 50 mila suddivisi in 201 sezioni.
  • fonte: comunicato Ciclo Assi Friuli