Ciclovia sulla ex-ferrovia Casarsa-Pinzano

Stazione ferroviaria di Casarsa (wikipedia)

Una nuova ciclovia è ritenuta da tutti gli esperti ed anche dai fruitori un’opportunità di sviluppo per il territorio, sia in termini di mobilità locale che in funzione turistica. Nel recente assestamento di bilancio regionale del Friuli Venezia Giulia sono stati individuate le risorse per 1,3 milioni di euro per dare vita all’acquisizione del sedime da Rfi per poter realizzare una pista ciclabile lunga 27 chilometri lungo la tratta del sedime ex ferrovia che collegava i comuni di Pinzano al Tagliamento a Casarsa: Spilimbergo, San Giorgio della Richinvelda, S. Martino al Tagliamento, Valvasone e Casarsa.

La tratta tra Casarsa e Pinzano venne aperta nel 1912, mentre l’ultimo treno passeggeri transitò su quei binari 1967; quindi fu utilizzata solo per il trasporto merci, per poi essere definitivamente chiusa nel 1987. L’ultimo gestore della linea furono le Ferrovie dello Stato, per un tracciato privo di elettrificazione e a scartamento ordinario. Stazioni e fermate erano posizionate a Pinzano al Tagliamento, Valeriano, Spilimbergo, Provesano, San Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, Valvasone, Casarsa Nord (scalo merci) e Casarsa centrale.

fonte. comunicato Regione FVG