28°Giro del Veneto: exploit di Ravanelli

mercoledì 3 luglio – 1^ Tappa – LENDINARA/MONTEGROTTO TERME – 143 km – 1.Casarotto (General Store) 2.Zurlo (Zalf) 3.Faresin (idem)

giovedì 4 luglio – 2^ Tappa – TERME DI GIUNIONE / CALDIERO – 138 km – 1.Marchiori (Zalf) – 2.Zandri (Maltimti) – 3.Duranti (Colpack) 

venerdì 5 luglio – 3^ Tappa – MONTEGROTTO TERME / MONTE BERICO – 154 km : . 1.Riccardo Lucca (Work Service Videa) – 2.Matteo Zurlo a 25” – 3. Marco Landi a 40” – 4.Francesco Di Felice – 5.Davide Casarotto 

sabato 6 luglio4^ Tappa – BELLUNO / ALPE DEL NEVEGAL – 152 km^ TAPPA: 1. Simone Ravanelli (Biesse Carrera) in 3h41’06” – 2. Marco Landi (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 16″ – 3. Marco Frigo (Zalf Euromobil Désirée Fior) – 4. Emanuele Barison (Work Service Coppi Videa) a 21″ – 5. Francesco Baldi (Overall Cycling Team) a 28″ – 6. Davide Casarotto (General Store Essegibi F.lli Curia) a 1’16” – 7. Francesco Di Felice (General Store Essegibi F.lli Curia) a 1’50” – 8. Alessandro Frangioni (VPM Porto S. Elpidio) a 1’59” – 9. Giacomo Conti (Velo Club Mendrisio) – 10. Alessandro Santaromita (Velo Club Mendrisio) a 2’04”.

CLASSIFICA GENERALE FINALE – 1. Simone Ravanelli (Biesse Carrera)
2. Marco Landi (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 8″ –  3. Francesco Baldi (Overall Cycling Team) a 22″ – 4. Marco Frigo (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 33″ – 5. Davide Casarotto (General Store Essegibi F.lli Curia) a 53″ – 6. Edoardo Francesco Faresin (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 2’07” – 7. Alessandro Frangioni (VPM Porto S. Elpidio) a 2’22” – 8. Andrea Di Renzo (VPM Porto S. Elpidio) a 2’26” – 9. Giacomo Garavaglia (Team Colpack) a 2’51” – 10. Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 3’33”.

Podio finale del 28° Giro del Veneto 2019 (© Riccardo Scanferla Photors.it)

 

4^tappa finale – A soli due giorni dal compimento dei 24 anni, il bergamasco Simone Ravanelli si è fatto per regalo nientemeno che il Giro del Veneto per Elite e Under 23 tagliando a braccia alzate il traguardo dell’ultima tappa sul Nevegal. Con una grande azione solitaria ha vinto la tappa più impegnativa allungando a tre giri dalla conclusione, ha ingranato una marcia in più ed ha tagliato il traguardo da solo, dietro di lui Marco Landi e il campione italiano Marco Frigo.

3^tappa – La terza tappa del Giro del Veneto si è chiusa con l’impresa solitaria di Riccardo Lucca che ha saputo interpretare al meglio il tracciato andando all’attacco sulle rampe della salita di Zovencedo ad una ventina di chilometri dal traguardo che ha scollinato con 15″, non più assorbiti dagli inseguitori. Gli ultimi chilometri si sono trasformati in una cavalcata solitaria per Lucca che sulle rampe di Monte Berico ha trovato la propria passerella d’onore per firmare il primo successo personale in questo 2019.

La vittoria di Riccardo Lucca (@ Riccardo Scanferla – Photors.it)

Il secondo posto ottenuto da Matteo Zurlo è valso al ragazzo di Tezze sul Brenta (Vi) la maglia rossa di leader della classifica generale ad una sola tappa dalla conclusione del Giro del Veneto 2019. Come se non bastasse Zurlo si è preso anche la maglia ciclamino di leader della classifica a punti. Marco Frigo continua a vestire le insegne del primato nella classifica riservata ai giovani.

Monte Berico: Matteo Zurlo maglia rossa e Marco Frigo maglia bianca (© Riccardo Scanferla Photors.it)

GENERALE:  1. Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Désirée Fior) – 2. Davide Casarotto (General Store) a 18” – 3. Edoardo Faresin (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 26” – 4. Francesco Baldi (Overall) a 35” – 5. Marco Landi (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 42” – 6. Andrea Di Renzo (VMP Porto Sant’Elpidio) a 45” – 7. Davide Botta (Colpck) a 51” – 8. Simone Ravanelli (Biesse Carrera) –  9. Nicolas Nesi (Work Service Videa) a 59” – 10. Giacomo Garavaglia (Colpack)

2^tappa – Frazione esplosiva e spettacolare, dopo aver scalato alcune delle più belle salite della Lessinia. A decidere la frazione odierna è stato uno sprint di gruppo ottimamente pilotato dalle maglie della Zalf Euromobil Désirée Fior che hanno lanciato la volata vincente del veneziano Leonardo Marchiori, alla quarta vittoria stagionale, davanti a Francesco Zandri (Gs Maltinti) e a Jalel Duranti (Team Colpack), mentre Marco Landi ha concluso in quarta piazza. La classifica generale rimane immutata (la maglia rossa di Davide Casarotto oggi 10° in gruppo) , con lo sguardo però che va alle prossime due frazioni che si concluderanno entrambe in salita.

CLASSIFICA GENERALE 1.Davide Casarotto (General Store) – 2.Matteo Zurlo (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 3” –  3.Edoardo Faresin (idem) a 8” – 4.Francesco Baldi (Overall) a 14” – 5.Leonardo Marchiori (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 18” – 6.Manuel Allori (Team Franco Ballerini) – 7.Enrico Salvador (Northwave Cofiloc) a 21” – 8.Andrea Di Renzo (VMP Porto Sant’Elpidio) a 27” – 9.Marco Landi (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 28” – 10° Nicolas Nesi (Work Service Videa)

Lo sprint vincente di Marchiori

 

1^tappa Il vicentino Casarotto conquista la prima maglia rossa di capoclassifica – Una bagarre iniziale ha avviato una fuga di sette atleti, alla quale Casarotto si è prontamente accodato. Sulla salita del Roccolo il corridore vicentino che difende i colori della General Store-Essegibi-Flli Curia, ha allungato assieme ad un un altro atleta ponendo un discreto vantaggio su un gruppetto di 13 unità. A 2 km dal traguardo il 21enne di Altavilla Vicentina ha insistito nella propria azione. La volata ristretta testa-a-testa Casarotto è stato capace di risolverla a proprio favore in modo irresistibile, braccia al cielo.

La vittoria di Casarotto a Montegrotto Terme (foto Photors)

Marco Frigo, 19enne vicentino, al Giro del Veneto debutta con il nuovo completo tricolore: “Dopo il rientro dalla Toscana ho passato due giorni bellissimi, ricevendo un sacco di complimenti da amici e conoscenti. Vincere domenica è stata un’emozione indimenticabile ed è straordinario poter vestire questa maglia per un anno intero. Sarà una responsabilità grandissima per me, perchè sono solo al primo anno tra gli Under 23 e ho bisogno di poter fare ancora tanta esperienza ma, allo stesso tempo, sono pronto a dare il meglio di me per onorare sempre questo tricolore”