Nel decennale del terremoto in Abruzzo

Il terremoto dell’Aquila ebbe diversi epicentri nell’intera area della città dell’Aquila e nei territori limitrofi (anche zona del Gran Sasso),. La scossa principale è del 6 aprile 2009 alle ore 3:32 di magnitudo MMS di 6,3 (8°-9° della scala Mercalli).

Seguirono 256 repliche nelle 48 ore seguenti, il terremoto fu avvertito in tutto il Centro Italia, fino a Napoli, colpendo principalmente l’Abruzzo. Il numero definitivo dei morti fu di 309, circa 1600 i feriti e 70.000 gli sfollati. Il moderno ospedale di San Salvatore fu dichiarato inagibile e quindi fu allestita un’intera tendopoli adibita a tal scopo. Altro edificio importante sventrato fu la Prefettura, ma tutto il centro storico subì gravissimi danni.