CTFriuli al debutto nel Trofeo Laigueglia

Con la preparazione invernale ormai al termine si avvicina il debutto su strada – Stilato il calendario-gare per i primi mesi del 2019: a febbraio Trofeo Laigueglia, Coppa San Geo e Izola (Slovenia) – Si preannuncia un’annata molto ambiziosa – Fusaz. “Abbiamo a disposizione un gruppo ancora molto giovane con ottimo potenziale che deve crescere gradualmente”.

Il CTFriuli al Campionato Italiano Strada U23 a Taino (2018) – foto R.Scanferla, Photors.it

Ad aprire la nuova annata agonistica sarà il tradizionale Trofeo Laigueglia che il 17 febbraio sancirà ufficialmente, dopo più di 40 anni di assenza, il ritorno di una formazione friulana nel gruppo dei professionisti. Un appuntamento di assoluto primo piano, dal momento che alla classica savonese, fianco a fianco con le casacche bianco-nere, prenderanno parte anche alcune formazioni World Tour e Professional.

Sabato 23 febbraio, poi, sarà la volta della Coppa San Geo, gara nazionale che si disputerà in terra bresciana mentre il giorno successivo il Cycling Team Friuli sarà impegnato ad Izola (Slovenia) per la 24^ Velka Nagrada. Il mese di marzo vedrà la formazione friulana impegnata sempre in territorio italiano con il 26° Memorial Polese che si correrà sabato 2 marzo a San Michele di Piave (Tv), la 104^ Popolarissima che andrà in scena a Treviso il 17 marzo, la nuova Dalle Alpi al Mare che si disputerà da Cuneo a Savona il 24 marzo e, la domenica successiva, la Piccola Sanremo di Sovizzo (Vi).

Già confermati gli inviti ricevuti dal Cycling Team Friuli anche per la stagione 2019 ad alcune delle classiche più affascinanti dell’UCI Europe Tour come il Gp Adria Mobil, la Croatia-Slovenia e il Gp Kranj e ai giri a tappe come il Tour of Bihor, il Sibiu Tour e la Carpathian Courier Race vinta nel 2017 da Alessandro Pessot.

“L’approdo alla categoria continental ci ha aperto numerose opportunità e gli inviti, per il nostro team che già aveva una ispirazione internazionale, si sono moltiplicati: si tratta di un segno evidente della credibilità che il Cycling Team Friuli si è guadagnato sulla strada a suon di risultati”
ha spiegato il ds Andrea Fusaz.
“Siamo consapevoli di avere a disposizione un gruppo ancora molto giovane che ha un ottimo potenziale ma che, allo stesso tempo, deve crescere gradualmente. Per questo, nello stilare il nostro calendario gare, abbiamo deciso di bilanciare al meglio l’attività alternando il livello di difficoltà delle corse che andremo ad affrontare”.

fonte: comunicato Cycling Team Friuli – Publiweb Italia srls