CICLABILE – Alpe Adria: tre video nel tratto Tarvisio-Resiutta

 Percorso dell’ 11 ottobre 2011

Partenza ore 10.30 – Arrivo ore 15.00.
Percorso misto su pista ciclabile e su strada statale con varie soste.
Spinto dalla curiosità di vedere a che punto erano i lavori per la pista ciclabile da Tarvisio in giù ho approfittato una fredda mattina autunnale per fare una ricognizione.


Partendo da Tarvisio sono arrivato a Valbruna senza problemi tutto su pista ciclabile come si può vedere dal video

 

Sono andato poi per Pontebba ma per comodità ho lasciato la pista ciclabile per la strada statale, consapevole del traffico, nonostante a quell’ora fosse piuttosto modesto.
A Pontebba ho cercato delle indicazioni per riprendere la pista ciclabile ma non le ho trovate. Solo grazie ai passanti sono riuscito ad individuare l’accesso nei pressi del cimitero.

Finalmente nella ciclabile ma per poco. Due sono state le interruzioni che mi hanno disturbato, soprattutto per i gradini che mi hanno fatto pensare che se la ciclabile era pensata per le famiglie, così non non ci siamo.
Poco prima di Dogna, a sud del fiume Fella, finalmente mi sono divertito, approfittando di una lieve e costante discesa per bearmi del paesaggio.
Numerose sono state le gallerie che mi hanno fatto pensare che a quei tempi (la ferrovia  è iniziata nel 1874) fosse un gioiello dell’ingegneria. Pensare all’opera di quasi tremila braccianti, carpentieri, muratori e boscaioli che diedero vita alla “ferade” (cosi era chiamata questo tratto della ferrovia), mi ha fatto una piacevole impressione.
Soprattutto nel ponte di ferro di Dogna (tuttora vincolato dalla sopraintendenza), con la sua storia militare (è sopravissuto a tutti i conflitti e ai bombardamenti) e civile (ad esempio l’alluvione che portò via due piloni).
Subito dopo il ponte la sorpesa: l’interruzione della ciclabile e come se non bastasse non c’era neanche una via d’uscita, se non un impervio sentiero impraticabile con una bici da corsa.
Allora sono dovuto controvoglia risalire per una decina di km (in salita) fino nei pressi della stazione di Dogna per prendere la statale. Anche se la ciclabile non sia ufficialmente inaugurata, sarebbe bastato mettere dei cartelli preventivamente  all’ultima uscita possibile.
Arrivato a Chiusaforte ho ripreso la ciclabile presso fonte Zannier (l’acqua è eccezionale!), che si trova sulla statale nel pressi del forte

A Resiutta ho mangiato il famoso pollo e mi sono diretto a Carnia per prendere il treno (volevo ritornare a casa in bici) ma l’incazzatura per avere allungato la strada per l’interruzione imprevista, mi hanno fatto desistere.
Pericolosità mediocre legata alle numerose interruzioni
Valutazione su

Giuseppe Bobbo


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Contatore

L’uso dello smartphone per escursionismo

percorsi impossibili


percorsi













































Recent Post