26^Trieste-Udine al campione croato Miholjevic

 domenica 2 – UDINE – Con l’ organizzazione del Ciclo Assi Friuli, la TS-GO-UD è stata firmata al traguardo da Fran Miholjevic campione nazionale croato. La gara è stata combattuta fin dai primi falsopiani della costiera e poi nel Vallone. Ma la gara ha preso una precisa piega con una fuga iniziata a Villanova dello Judrio, a comporre il drappello ci sono Cia, Masarin, Balistrieri, Marbler, Bortolotto, Gallai e Spada. Poi sulla salita del Castello di Buttrio si aggiunge il croato Miholjevic, che sul Viale Leopardi va a vincere allo sprint su Gallai e l’austriaco Marbler, poi Spada precede di poco Marcheselli primo del gruppo.

L’arrivo vincente di Miholjievic

Di seguito la cronaca completa della gara.

A Trieste la partenza degli oltre cento ciclisti è stata preceduta da una cerimonia con cui gli organizzatori e la locale sezione Bersaglieri Enrico Toti hanno voluto celebrare il centenario della Grande Guerra. Atleti, in rappresentanza della nazioni partecipanti, hanno reso omaggio al Monumento ai bersaglieri posto sulle rive di Trieste, una cerimonia semplice ma piena di significato. 

Alle dieci In una frizzante mattinata settembrina , il gruppo multicolore di atleti si è mosso da una piazza Unità piena di sole e di turisti e in una splendida coreogrofia di mare e di storici palazzi, ha attraversato il lungomare di Barcola.

Dal bivio che conduce a Miramare si sono aperte le ostilità. La Costiera Triestina è stata percorsa ad andatura sostenuta dal gruppo che non concedeva evasioni. Sui primi saliscendi della strada del “Vallone” in testa i tentativi sono innumerevoli e più volte si vedono Balisteri (Ormelle Friuli) e l’ austriaco Marbler cercare di dar fuoco alle poveri. Ma quello di Udine è un traguardo ambito ed il gruppo vigila.

Il ritmo in testa alla gara è frenetico, attraversata Gorizia, sempre nobile ed ospitale , sul ponte dell’ Isonzo, Ragazzi del 99 il gruppo è in fila indiana e lascia la provincia isontina ancora compatto. A Villanova dello Judrio la gara entra nel vivo, continue scaramucce danno vita ad un ben assortito manipolo di atleti : Cia, della Sacilese, Masarin (Forniture Moro), Balistreri (Ormelle Friuli), Marbler (Nazionale Austria), Bortolotto (Bosco Orsago), Gallai (Borgo Molino)e Spada (Sprecenigo Sicilia). La gara a questo punto affronta la salita del Castello di Buttrio, il loro vantaggio sfiora il minuto quanto si inserisce anche Miholjevic. In testa il ritmo cresce a alle porte della città di Udine, nonostante una buona reazione degli inseguitori gli otto pedalano sicuri verso il traguardo.

Volata incontrastata per Miholjevic, meritato secondo posto per Igor Gallai davanti all’ Austriaco di Villaco Marbler . Spada precede di poco Marcheselli (Ceresetto) che regola il gruppo sull’ arrivo di Viale Leopardi davanti ad un numeroso pubblico.

Alle premiazioni l’ assessore allo sport Paolo Pizzocaro ha potato il saluto di Udine e si è complimentato con atleti ed organizzatori, mentre Mariagrazia Santoro, consigliere della Regione Friuli Venezia Giulia ha confermato il valore del ciclismo nello sport e nel turismo della Regione Friuli Venezia Giulia.