L’equadoregno Carapaz a Monte Vergine

 sabato 12 maggio – Il Giro d’Italia fa tappa al Santuario di Montevergine e sotto un diluvio vince da solo Richard Carapaz, uscito dal gruppo nelle fasi finali in salita, una volta ripresa una lunga fuga di giornata. Formolo è primo del gruppo. Il piccolo corridore sudamericano, anno di nascita 1993, veste la maglia della Movistar dal 2016, anno in cui è stato trainer dal mese di luglio, e a Montevergine riporta la più bella vittoria di carriera dopo quella sempore nel 2018 nella Vuelta Asturia. Dalla tappa con arrivo all’Etna veste la maglia bianca di capoclassifica dei GPM. La fisionomia sportiva si potrebbe accostare a quella del varesino Claudio Chiappucci.