CICLOVIE – Progetto Interbike: una ciclovia dalla Slovenia alla Romagna

Sarà realizzato un itinerario ciclabile che attraverserà anche il Friuli-V.G. – Il progetto, presentato a Capodistria, avrà un costo di 3,5 milioni di euro – Si affianca alla ciclovia Eurovelo 8: Cadice-Atene

(10 settembre) Da Kranjska Gora, in Slovenia (a pochi chilometri da Tarvisio) sino a Ravenna, in Emilia-Romagna, passando per le province di Trieste, Gorizia e Udine e per il vicino Veneto. Sarà questo il percorso del nuovo itinerario ciclabile transfrontaliero che le tre Regioni italiane, assieme ai partner sloveni, intendono sviluppare facendo leva su nuovi fondi Ue stanziati con il progetto denominato “Interbike”, complessivamente dotato di circa 3,5 milioni di euro, illustrato nella sua prima conferenza di presentazione il 21 e 22 settembre a Capodistria.

Il progetto “Interbike”, previsto nell’ambito della Cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, intende collegare tra loro le piste e gli itinerari ciclabili già esistenti nelle singole aree, progettare e realizzare alcuni segmenti ancora mancanti ed organizzare anche i sistemi intermodali di connessione, siano essi treno+bici che bus+bici e nave+bici. “Con il progetto Interbike, che vede la collaborazione della Regione e delle tre Province di Gorizia, Trieste ed Udine, si vuole progettare e quindi concretizzare –  sottolinea l’assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi – un nuovo collegamento ciclabile Est-Ovest, la ‘Ciclovia del mare Adriatico’, che andrà ad affiancare la parte terminale della ciclovia Alpe Adria (da Salisburgo a Grado), andando così a presentare il Friuli Venezia Giulia come una regione cicloturistica di valenza internazionale”. La parte adriatica di “Interbike” andrà poi a costituire un importante tratto dell’ambizioso progetto della ciclovia europea chiamata Eurovelo 8, da Cadice (Spagna) ad Atene, promossa dalla Federazione europea dei Ciclisti, che ha individuato, con il cofinanziamento della stessa Ue, 12 itinerari transnazionali di attraversamento di tutto il continente europeo. Secondo le prime progettualità discusse a Capodistria, “Interbike” si collegherà alla rete ciclabile del Friuli Venezia Giulia nei principali valichi italo-sloveni ed entrerà in regione a Rabuiese, per poi proseguire in Veneto sia via Bevazzana che più a Nord via Latisana. (fonte: Regione FVG)