Presentato il Giro d’Italia 2018

Edizione 101 : partenza da Gerusalemme, arrivo a Roma. 

Sabato 19 maggio la tappa interamente in Friuli Venezia Giulia: San Vito al Tagliamento-Monte Zoncolan. La tappa è lunga 181 km. e comprende 5 salite (altrettanti Gran Premi della Montagna) e può vantare ben 4.400 metri di dislivello. Si tocca il Monte di Ragogna con le sue pendenze elevate, quindi la salita di Avaglio e negli ultimi 45 km, senza un metro di pianura, si scalano Passo Duron, Sella Valcalda e Monte Zoncolan (dal versante più duro, quello di Ovaro).

Giro 2018 – Altimetria della tappa con arrivo allo Zoncolan

Per lo Zoncolan è il 6° arrivo, il 5° dal versante di Ovaro. Sul Monte di Ragogna si sono risolti diversi Giri del Friuli primo fra tutti quello del 1990 dove Bugno si aggiudicò il titolo italiano. Il monte Zoncolan presenta nella prima parte pendenze fino al 22%. A Chialina (1.5 km prima dell’inizio salita) ci sarà il consueto pit-stop per passare dalle auto alle moto.

A seguire, domenica 20, la tappa Dolomitica da Tolmezzo a Sappada con 4 Gpm. Frazione con tante insidie soprattutto dopo Auronzo di Cadore dove si affrontano le due salite inedite del Comelico, sempre sopra al 10%. Finale a Sappada in leggera ascesa.

Giro 2018 – Altimetria della tappa Tolmezzo-Sappada

La 101a edizione del Giro d’Italia – organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport – è in programma dal 4 al 27 maggio. Anche quest’anno saranno molteplici i temi che la Corsa Rosa saprà raccontare lungo la sua strada tra storia, cultura e sport. Chris Froome, attraverso un video, ha annunciato che sarà al via della Corsa Rosa. Per la prima volta un grande giro partirà al di fuori dai confini dell’Europa e per la tredicesima la Corsa Rosa muoverà dall’estero proseguendo il suo percorso di internazionalizzazione e valorizzazione del Made in Italy nel Mondo. Sono 3.546,2 km. in questa edizione che prevede 44.000 metri di dislivello. 2 tappe a cronometro, 7 a bassa difficoltà, 6 a media difficoltà, 6 ad alta difficoltà e un totale di 8 arrivi in salita.

La prima Maglia Rosa verra’ assegnata con una cronometro individuale di 9,7 km. Continui saliscendi e cambi di direzione caratterizzano un percorso che non lascerà un attimo di respiro. Questa sarà la Tappa Bartali del Giro, dedicata al corridore italiano insignito Giusto fra le Nazioni. Il primo arrivo in salita del Giro 2018 sarà sull’Etna: tappa di 163 km che muoverà da Caltanissetta con una prima parte mossa fino a giungere a Paternò dove cominciano 25 chilometri di salita con pendenze a crescere. Quindi la scalata inedita verso l’Etna; da Ragalna, con strada stretta, attraverso i parchi e le colate laviche, fino all’Osservatorio Astrofisico.

A Roma il gran finale: passerella finale in circuito, di 11,8 km da ripetere 10 volte, nel centro di Roma. Si toccheranno molti siti storici attraversando via Nazionale, via Sistina, Piazza del Popolo, il Circo Massimo, le Terme di Caracalla prima dell’arrivo ai Fori Imperiali sotto il Colosseo.

(fonte: www.giroditalia.it)

 

 

Lascia un commento