La majanese Sara Casasola ha deciso il 2018: Team Servetto-Giusta-AluRecycling

Sara Casasola nel cross di Salvatoronda (foto Billiani)

La talentuosa ragazza di Majano (classe 1999, nata a San Daniele del Friuli) già convocata per i Campionati europei di ciclocross Under 23, ha firmato il passaggio al Team Servetto-Giusta-AluRecycling per il 2018. Team di marca piemontese, team manager è Dario Rossino (15 anni di esperienza nel ciclismo), nuovo preparatore atletico è l’ex-prò Giuseppe De Maria (2009-2012 con amica Chips, Flaminia, Team Idea).

Oltre ad essere una tra le più rappresentative e talentuose atlete a livello internazionale nel ciclocross e nella MTB… è anche una formidabile scalatrice, che sono sicuro potrà regalarci delle belle soddisfazioni anche nelle più difficili ed impegnative competizioni su strada!” Queste le entusiasmanti parole rilasciate dal team manager del Team Servetto – Giusta  – AluRecycling Dario Rossino, subito dopo aver messo sotto contratto per la stagione agonistica 2018 Sara Casasola, la fenomenale atleta proveniente dal Friuli-Venezia Giulia.

Sara Casasola, nata a San Daniele del Friuli il 29 novembre del 1999, è un’eccellenza del ciclismo giovanile azzurro: già a 16 anni, infatti, è stata convocata per i Campionati Europei di Ciclocross Under 23, pur essendo appena sbarcata nella categoria junior. Lo scorso anno, sempre tra le junior, ha sfiorato ancora una volta il podio continentale tra le Under 23. Sara è plurititolata a livello nazionale per quanto riguarda la MTB ed il Ciclocross, sfruttando anche i preziosi insegnamenti dell’ex professionista Daniele Pontoni, che la guida ormai da diversi anni nella formazione CX Trentino – Cross – Selle SMP. In questa primissima parte di stagione sui prati delle gare CX la Casasola si è già imposta in diverse occasioni, compresa la prima frazione del “Giro d’Italia” corsa a Numana, e per il terzo anno consecutivo ha difeso la maglia azzurra al Campionato Europeo di Tabor (Repubblica Ceca). Il sogno della ragazza che da oggi è entrata ufficialmente a far parte della formazione di patron Stefano Bortolato è quello di partecipare ai Giochi Olimpici di MTB…  chissà se anche su strada lo realizzerà!

(fonte: www.atbike.it – Cycling Communication Press Office Team Servetto)

 

Lascia un commento