101^Milano-Torino: storica ma pianeggiante

Grande attesa per il velocista Cimolai – In gara anche il combattivo De Marchi, il neo-prò Nicola Venchiarutti , in azzurro Giovanni Aleotti

PRO’ – mercoledì 5 agosto – La classica più antica, disputata per la prima volta nel 1876, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte torna al passato anticipando di qualche giorno la Milano-Sanremo. Corsa nelle prime edizioni a marzo qualche giorno prima della Classicissima di Primavera, la Milano-Torino è poi diventata classica d’autunno nel 1911 per poi tornare a disputarsi a marzo nel secondo dopoguerra fino al 1975. L’edizione 101 della Milano-Torino presenta un percorso pianeggiante che sorride ai velocisti, 198 km con partenza da Mesero e arrivo a Stupinigi, davanti alla Palazzina di Caccia di Stupinigi dove nel 2018 Sonny Colbrelli si impose vincendo il Gran Piemonte.

Televisione ore 16:50: Rai Due e Eurosport 1 / Streaming: Rai Play, Rai Sport Web, Eurosport Player. 

Confermato il Giro della Regione per Amatori

AMATORI – Anche l’ente cicloamatoriale friulano della CSAIN è uscito con l’annuncio da tanti atteso e utile per ripartire, confermando che la 47^ edizione del Giro amatoriale Fvg Csain si svolgerà dal 19 al 20 settembre 2020. Le tappe saranno : Tricesimo-Bertiolo Bertiolo-Aquileia.
 

Izagirre solo nel Gran Trittico Lombardo

9°De Marchi in ottima forma: ha pilotato lo sprint di Van Avermaet

PRO’ – lunedì 3 agosto – VARESE – Il corridore basco Gorka Izagirre ha vinto il Gran Trittico Lombardo vincendo sotto il diluvio, dopo essere scappato sulla salita del Montello, all’ultimo giro, da un gruppetto di fuggitivi che si era avvantaggiato nel finale, amministrandosi bene sull’ultima salita dei Ronchi. Il Gran Trittico Lombardo quest’anno componeva le classiche 3 gare del Trittico: Coppa Bernocchi, Coppa Agostoni e Tre Valli Varesine. Il percorso combinava elementi di tutte tre le corse: partenza da Legnano, passaggio con traguardo volante a Lissone e il finale col circuito cittadino a Varese.

Soddisfatto il friulano De Marchi: “Oggi ha avuto ciò che veramente mi mancava: la gara, la battaglia il soffrire in testa al gruppo. Felicissimo di aver ritrovato queste sensazioni intatte lì ad aspettarmi”.

ARRIVO : 1.Gorka Izagirre, Spagna (Astana) km.200 in 4h41’02”  – 42,6 km/h – 2.Alexander Aranburu (idem) a 27″ – 3.Greg Van Avermaet (CCC) – 4.Kwiatkowski – 5.Nibali – 6.Polanc – 7.Bagioli – 8.Vervaeke a 28″ – 9.De Marchi a 30″ – 10.Narvaez Prado a 1’01”

De Marchi in testa al drappello dei fuggitivi

Elogi ai nuovi Campioni Regionali su pista

Il Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia della Federazione Ciclistica Italiana (FCI) si complimenta , in primis ,  con MILAN JONATHAN (ASD CYCLING TEAM FRIULI), 1° Classificato Campionato Italiano Crono, cat. Under 23. Ci sono anche nuovi Campioni regionali su pista:

JUNIORES – Squadra 1^ Classificata Campionato Regionale Inseguimento a Squadre: DANIELI 1914 CYCLING TEAM T85 con MALISAN ALESSANDRO, MILAN MATTEO,  D’AIUTO FILIPPO, BORTOLUZZI GIOVANNI

PORTELLO ALESSIO (Rinascita Ormelle Friuli) Campione Regionale Corsa a Punti.

ALLIEVI – Squadra 1^ Classificata Campionato Regionale Velocità a Squadre: SC SACILESE EURO 90 PUNTO 3 con MARCON MATTIA, PESSOTTO ALESSANDRO, SIMONITTO LUCA.

Caruso per distacco nel Circuito di Getxo

14° il friulano Nicola Venchiarutti, giunto a 20″ dal siciliano

PRO’ – domenica 2 agosto – Vittoria per distacco in Spagna per il siciliano Damiano Caruso nell’ormai classico Circuito di Getxo disputato su una distanza di 177 km. . Il forte ciclista della Bahrain McLaren ha conquistato la seconda vittoria in carriera, fuggendo dal drappello di fuggitivo in cui apparteneva a circa 8 km. dal traguardo, resistendo nel finale al gran ritorno della volata del gruppo vinta da Nizzolo, secondo – ARRIVO : 1.Damiano Caruso (Bahrain McLaren) 4h11’09” – 42,3 km/h – 2.Giacomo Nizzolo (NTT) a 1″ – 3.Eduard Prades (Movistar) – 4.Aberasturi a 3″ – 5.Stuyven – 6.Bilbao – 7.Planet – 8.Mauro Finetto (Nippo Delko) a 7″ – 9.Lietar – 10.Florez – 14.Nicola Venchiarutti (Androni Sidermec) a 20″ – 99 classificati

A Colbrelli la 2^tappa della Route d’Occitaine

PRO’ – domenica 2 agosto – Vittoria allo sprint per il bresciano Sonny Colbrelli nella seconda tappa della Route d’Occitanie (Francia) che si è corsa da Carcassone a Cap Découverte per 175 km.. Ha superato il francese Bryan Coquard e l’italiano Niccolò Bonifazio – ARRIVO : 1.Sonny Colbrelli (Bahrain McLaren) 4h22’24” – 2.Bryan Coquard (B&B Hotels) – 3.Niccolò Bonifazio (Total Direct) – 4.De Kleijn 5.Venturini 6.Pasqualon 7.Malucelli 8.Viviani 9.Barguil 10.Gonzalez Lopez

Jonathan Milan Tricolore-bis: dopo l’inseguimento anche la crono su strada

Straordinario il ragazzo del Cycling Team Friuli che conquista il secondo titolo di Campione Italiano in poche settimane – Anche Aleotti nei primi dieci.

 

sabato 1 agosto – UNDER 23 – Campionato Italiano a Cronometro Individuale CITTA’ DI CASTELLO (Perugia) – 1.Jonathan MILAN (Cycling Team Friuli) km.25,6 – 29’16” – media 52,48 km/h – 2.Andrea Piccolo (Colpack Ballan) a 51″ – 3.Antonio Tiberi (idem) a 58″ – 4.Samuele Rivi (Tirol KTM) a 59″ – 5.Colleoni a 1’01” – 6.Zoccarato a 1’19” – 7.Murgano a 1’27” – 8.Carboni a 1’30” – 9.Aleotti a 1’31” – 10.Coati a 1’41”

Roberto Bressan, Presidente del CTF : “E’ un successo che conferma una volta di più la bontà del lavoro svolto da Jonathan con i nostri tecnici e che certifica le indiscutibili qualità di un talento naturale. I due titoli italiani conquistati in pista e su strada ci impongono di pensare in grande in vista degli appuntamenti internazionali che Milan sarà chiamato ad affrontare nei prossimi mesi. L’importante sarà continuare a lavorare con umiltà e impegno come Jonathan e gli altri ragazzi hanno fatto fino ad oggi”.

Leggi tutto “Jonathan Milan Tricolore-bis: dopo l’inseguimento anche la crono su strada”

FCI : le risposte per gli organizzatori

FAQ – PROTOCOLLO E LINEE GUIDA PER MANIFESTAZIONI CICLISMO

Nelle linee guida viene specificata la suddivisione del sito di gara in 3 zone, perché è stata fatta tale scelta?

La suddivisione in zone del “sito di gara”, consente alla società organizzatrice di delimitare aree e locali alle quali hanno accesso solo determinate persone che hanno un ruolo specifico nella manifestazione (ad esempio: nella segreteria, oltre al personale dell’organizzazione, accede un solo responsabile del Team partecipante alla manifestazione oppure nell’Area Team accedono solo gli atleti ed il personale della società strettamente necessario). In questo modo, oltre a limitare il numero totale d persone presenti nel sito si evitano gli assembramenti.

Leggi tutto “FCI : le risposte per gli organizzatori”